Recensione su Happy

/ 20117.02 voti

19 Gennaio 2014

Esistono poche tracce di questo documentario firmato Roko Belic, nonostante abbia vinto otto prestigiosi premi in concorsi americani ed europei, e nonostante la candidatura all’Oscar del regista per il precedente documentario “Ghenghis Blues”.
“Happy” è un documentario sulla felicità o, più propriamente, riguardo alla felicità. Indaga con accento curioso e analitico diverse storie umane, e ricompone i pezzi di una condizioni che ai giorni d’oggi appare ancora quantomai ambigua, inconsistente e facilmente snobbata.
Un modus operandi semplice e con pochi fronzoli non vizia una narrazione che si pone a metà tra scientificità e semplice osservazione, regalando spunti meditativi talvolta complessi, talvolta tanto semplici e scontati dall’essercene dimenticati. Forte è la suggestione in alcuni particolari momenti, e il potere espositivo rende visibile con sconcertante evidenza l’impalcatura sociale su cui spesso nolente si erge la fragilità umana.
Il finale allenta la presa, ma come dargliene colpa. Da rivedere.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext