2007

Hannibal Lecter - Le origini del male

/ 20076.0236 voti
Hannibal Lecter - Le origini del male
Hannibal Lecter - Le origini del male

Dopo la morte dei suoi genitori durante la Seconda Guerra Mondiale, il giovane Hannibal Lecter lo troviamo con la bella compagna del defunto zio a iniziare a tramare vendetta contro i barbari responsabili della morte di sua sorella.

Titolo Originale: Hannibal Rising
Attori principali: Gaspard UllielAaran ThomasGong LiDominic WestRhys IfansRichard Brake, Kevin McKidd, Stephen Walters, Ivan Marevich, Helena-Lia Tachovská, Richard Leaf, Ingeborga Dapkūnaitė, Michele Wade, Martin Hub, Joerg Stadler, Hugh Ross, Robbie Kay, Zdeněk Dvořáček, Timothy Walker
Regia: Peter Webber
Sceneggiatura/Autore: Thomas Harris
Colonna sonora: Umebayashi Shigeru, Ilan Eshkeri
Fotografia: Ben Davis
Costumi: Anna B. Sheppard
Produttore: Tarak Ben Ammar, Dino De Laurentiis, Martha De Laurentiis
Produzione: Gran Bretagna, Repubblica Ceca, Francia, Italia
Genere: Drammatico, Horror, Poliziesco, Thriller
Durata: 121 minuti

18 Giugno 2014 in Hannibal Lecter - Le origini del male

il problema di questo film è il voler dare a tutti i costi l’occasione allo spettatore di tifare per lo psicopatico dottor lecter senza sentirsi in fondo colpevoli o abietti. negli altri film (soprattutto ne il silenzio degli innocenti), grazie al talento recitativo di anthony hopkins, si finiva con l’ammirare e in fondo partecipare alle gesta del folle. per poter rendere lecito questo transfert psicologico 😀 in Le origini era proprio indispensabile fare del protagonista un vendicatore: e allora vai con genitori uccisi, vai con candida sorellina sbranata, vai con I NAZISTI (il peggio del peggio, oh). in realtà, alla crescita psicologica del personaggio non era necessario tutto ‘sto casino: sarebbe bastato farne un ricco e trascurato figlio, vittima di violenze varie ed eventuali da parte di parenti o simili (come da migliore tradizione, ahimè, delle vite dei serial killer – ricchezze a parte) e sarebbe diventato ugualmente il Hannibal Lecter che conosciamo. la ricerca della giustificazione morale a tutti i costi mortifica quello che è nato per essere un cattivo, punto e basta. la zia orientale, poi… calo un velo pietoso. personaggio di un’inutilità totale, messo lì al solo fine di dare un pretesto a una storia d’amore impossibile e non richiesta. ovviamente tutto questo pare sia colpa dell’autore letterario Thomas Harris, il regista con un copione simile ha responsabilità relativa. parlando del film, quindi, gli attori sono troppo compresi del loro ruolo, troppo drammatici (soprattutto il giovane lecter: rilassati). la cupezza della fotografia è una sbomballata totale di post produzione e in quanto tale, poco meritevole. in ultima analisi, in generale ‘sto film è pure palloso, il ritmo è decisamente poco incisivo per un thriller, o presunto tale. bocciato.

Leggi tutto

22 Giugno 2011 in Hannibal Lecter - Le origini del male

Molto interessante, mi è piaciuto abbastanza.
Mi aspettavo che fosse solamente un’operazione commerciale, invece le origini del male in Hannibal sono abbastanza coerenti con il prosieguo della vicenda e appassionano.
Se negli altri film si veniva ammaliati dalla figura di Hannibal, temendo di fare “il tifo” x lui, stavolta possiamo “tifare” apertamente.
Gaspard Ulliel fornisce una buona interpretazione anche se manca “il fascino” che Anthony Hopkins ha saputo dare al suo personaggio. Brava e affascinante Gong Li nei panni della “zietta”; speravo potessero essere più approfonditi i traumi subiti proprio dalla zietta e dal poliziotto (la perdita dei genitori che li accomuna ad Hannibal).

Leggi tutto
inserisci nuova citazione

Non ci sono citazioni.