Recensione su Hannah e le sue sorelle

/ 19867.5170 voti

L’inquadratura oltre la perfezione / 14 Febbraio 2014 in Hannah e le sue sorelle

Forse il più maturo dei film di Allen, sicuramente tra i più intensi. Alterna gag spumeggianti a piccole gemme di drammaticità, in un equilibrio perfetto. La coralità del trio di sorelle garantisce tre magnifiche sponde per esplorare vita coniugale, tradimenti e insuccessi; ad esse si accompagnano la più riuscita interpretazione dell’ipocondriaco Woody e la flemma britannica, con rari e contenuti eccessi di temperamento, di un ottimo Michael Caine.
Soprattutto, qui straborda il genio dietro alla cinepresa. Le inquadrature si sono raffinate raggiungendo il vertiginoso grado “oltre la perfezione”, superiore perfino al bianconero laccato di Manhattan, un po’ grazie anche al tocco magico di un colore freddo e piovoso. Eppure, nonostante l’aura di perfezione (e chissà, forse proprio per questo!) continuo a preferirgli il più scanzonato Radio Days.
C’è una forza struggente negli standard suonati al piano dal vecchio genitore, un attempato Lloyd Nolan alla sua ultima interpretazione.

3 commenti

  1. Percy Thrills / 18 Febbraio 2014

    Sottoscrivo anche questa nuova analisi @paolodelventosoest.

    Il momento in cui la cinepresa ruota attorno alle sorelle a pranzo rappresenta forse l’apice di quella coralità espressiva da te elogiata, non trovi? Non condivido riguardo Manhattan, che ritengo la sua prova tecnica (regia e fotografia) più epica e antologica assieme a Stardust Memories.

    Radio Days, curiosamente, è uno dei tuoi prediletti. Nonostante l’ambientazione affascinante io l’ho sempre riscontrato noiosetto e scialbo; un esercizio di stile sul passato e le memorie infantili.

  2. paolodelventosoest / 19 Febbraio 2014

    Ebbene sì, ammetto che Radio Days è un mio guilty pleasure 😀
    Ci sono film che amo mooolto soggettivamente, in alcuni casi sono pellicole ben poco considerate
    (il “peggior” film a cui ho dato un sonoro DIECI è La tempesta perfetta di Petersen!)

    • paolodelventosoest / 19 Febbraio 2014

      Tra l’altro, a breve mi accingo a rivedere Radio Days; per la quarta volta della mia vita, prima volta in dvd. L’ultima visione risale ad un vhs, quindi il mio giudizio potrebbe risentire degli anni, chissà….

Lascia un commento

jfb_p_buttontext