Recensione su Habemus Papam

/ 20117.0412 voti

26 Giugno 2012

Film ben realizzato dal punto di vista tecnico e della sceneggiatura (anche se il personaggio di Moretti risulta superfluo), ma completamente sballato sul piano politico. Rappresentare le più alte cariche vaticane come se fossero i sette nani di Walt Disney significa far loro un grandissimo favore, servendogli l’empatia del pubblico su un piatto d’argento. Imperdonabile, da parte di un autore che si definisce di sinistra, la decisione di rappresentare solo la vulnerabilità e il lato umano di questi personaggi, ignorando completamente e deliberatamente il fatto che essi sono, anche e soprattutto, simboli di potere (e che potere). La “sinistra” post-sessantottina italiana si è bevuta il cervello con l’aperitivo.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext