1997

Gummo

/ 19976.9134 voti
Gummo
Gummo

Solomon and Tummler are two teenagers killing time in Xenia, Ohio, a small town that has never recovered from the tornado that ravaged the community in the 1970s.

Titolo Originale: Gummo
Attori principali: Jacob Reynolds, Nick Sutton, Linda Manz, Chloë Sevigny, Carisa Glucksman, Darby Dougherty, Jacob Sewell, Mark Gonzales, Daniel Martin, Harmony Korine
Regia: Harmony Korine
Sceneggiatura/Autore: Harmony Korine
Fotografia: Jean-Yves Escoffier
Costumi: Chloë Sevigny
Produttore: Ruth Vitale, Stephen Chin, Cary Woods
Produzione: Usa
Genere: Drammatico
Durata: 89 minuti

18 Maggio 2013 in Gummo

Mah, "è strano per essere strano", c'è una carrellata di freaks che ritroviamo ogni tanto in una serie di spezzoni, non c'è una trama vera e propria. Ho apprezzato lo stile amatoriale, è come se qualcuno avesse deciso di documentare le stranezze di questa cittadina fuori dal mondo, solo che questo non rende il tutto più verosimile: è impossibile che... continua a leggere » esista un posto del genere, e se c'è non voglio neanche saperlo :/...non l'ho visto in lingua originale, però la voce del bambino "protagonista" in italiano è davvero inquietante, mi ricorda un po' quella di Salad Fingers..!

Disgummo / 14 Maggio 2013 in Gummo

Film senza trama, senza attori professionisti, doppiato da cani.
Dovrebbe essere una sottospecie di documentario, solo che è fazioso
perché comunque ti fa vedere solo quello che vuol farti vedere.
A giudicare da questo "film" ci sono villaggi negli U.S.A.
in cui abitano solo ritardati e casi umani.
Tutto questo perché c'è passato un uragano.
Io... continua a leggere » direi che per ridurre così un villaggio come minimo ci deve essere passato Mengele
con tutta la sua squadra.
Non si vede una persona normale neanche a pagarla.
Non sto a farvi il campionario di scarti della società che potrete ammirare guardandolo,
tanto in rete c'è già chi si è sprecato a farlo.
Mi soffermo solo sulla lista di modi di torturare e uccidere gatti
che il regista non manca di farci; se ne sentiva proprio l'esigenza.
Dopo il misogino ci mancava solo quello che odia i gatti
e che ammette candido che in gioventù li ammazzava.
Sinceramente mi preoccupa molto l'ignoranza
che sta dietro queste ricostruzioni deviate della situazione
sociale degli emarginati.
Mi disgusta la totale mancanza di tatto nel parlare
di esseri umani con problemi seri che denota questo film, al solo scopo di
shockare e fare sensazione sullo spettatore.


17 Marzo 2011 in Gummo

Mostrare un altra faccia dell’America, quella più provinciale e povera, rozza al punto da sfiorare il primitivismo, violenta e incolta.
Farlo attraverso una regia quasi amatoriale, con una telecamera sporca e sbilenca che passa in rassegna un campionario di umanità patetica, ritratta nello squallore della loro vita quotidiana.
Indugiare con... continua a leggere » inclinazione morbosa sui corpi adolescenti, spesso brutti e realistici, abbandonati alle loro passioni e perversioni.
Ripensandoci, il tutto mi è sembrato per nulla realistico e sincero, ma piuttosto un progetto ben studiato, fatto apposta per indurre nello spettatore un senso di disagio- effettivamente percepito- ma indotto studiando ogni dettaglio, per ottenere il risultato.