13 Recensioni su

Guerre Stellari VI - Il ritorno dello Jedi

/ 19837.9686 voti

19 Febbraio 2017 in Guerre Stellari VI - Il ritorno dello Jedi

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Stremato da anni di lavoro passati sul progetto, trovatosi a dirigere un impero economico e produttivo, Lucas decise che per lui, realizzato l’ultimo capitolo, era giunta l’ora di occuparsi d’altro e lasciar perdere l’universo Star Wars. Anche per questo film, Lucas decide di delegare la regia a qualcun altro. Inizialmente pensa all’amico Spielberg, poi a Lynch e a Cronenberg. Alla fine dovette ripiegare su Richard Marquand che però aveva poca esperienza con gli effetti speciali e quindi dovette essere comunque più presente sul set, fungendo quasi da co-regista. A questo proposito Marquand ebbe a dire sulla lavorazione del film che fu come dirigere il Re Lear con Shakespeare nell’altra stanza.
Questo sofferto terzo capitolo uscì nel 1983 col titolo di Il ritorno dello jedi. Le trame lasciate aperte nel precedente film giungono a conclusione. Han Solo, tenuto stato di ibernazione dal criminale Jabba the Hutt, è liberato da tutta la banda di amici al completo. La resistenza decide di sferrare un attacco decisivo all’Impero distruggendo la nuova Morte Nera ancora in costruzione. Luke, diventato ormai un cavaliere Jedi, ha lo scontro decisivo col padre che in punto di morte si redime e uccide l’imperatore. Leia scopre di essere la sorella gemella di Luke e insieme a lui potrà rifondare l’ordine degli Jedi e nello stesso tempo coronare l’amore nel frattempo nato per Han. La fiaba si chiude con i festeggiamenti per la libertà della galassia ritrovata e l’inaugurazione di una nuova era con la fondazione della Nuova Repubblica

Leggi tutto

Riflessioni su Il ritorno dello jedi / 8 Gennaio 2016 in Guerre Stellari VI - Il ritorno dello Jedi

Un “finale” riuscito, leggermente inferiore ai capitoli precedenti cronologicamente ma capace di intrattenere senza annoiare. Lasciate stare quei bellissimi orsetti morbidosi. A me divertono molto! Voi prendete in modo troppo serioso questa saga. Non è un film sull’olocausto, è una pellicola per tutte le età. E’ l’universo fantasioso di Lucas e il bello sta anche nella sua magia che ci riporta piccoli e ci estranea dai problemi quotidiani e reali. Una favola per grandi.

Leggi tutto

Il peggiore della trilogia / 21 Dicembre 2015 in Guerre Stellari VI - Il ritorno dello Jedi

Nonostante le tante forzature e debolezze narrative e nonostante l’interazione dei personaggi meno piacevole rispetto ai due film precedenti, resta comunque un film che intrattiene in maniera gradevole, e che ha un finale intenso, nel confronto Darth Fener/Luke/Palpatine, anche se un po’ troppo manicheo.
In realtà il giudizio sarebbe un 6 o un 7, ma non si può dare meno di 8 a una trilogia così iconica.

Leggi tutto

Finale della Old Trilogy…. / 7 Dicembre 2015 in Guerre Stellari VI - Il ritorno dello Jedi

Va bene… non sará un gran finale, é vero…. e questo film si regge quasi solamente sull’attesa della sconfitta di Darth Fener, e quella mielosa festa nel bosco in stile felici e contenti… non é piaciuta neanche a me. Peró c’é da dire che questa trilogia si chiude con tanto di cappello (scusate, ma come poteva trionfare il Male?!) e mentre aspettiamo l’inizio della Nuova Trilogia di Abrams, ci vediamo la trilogia prequel. Un altro bell’8.

Leggi tutto

Il peggiore tra i film della trilogia originale / 4 Ottobre 2015 in Guerre Stellari VI - Il ritorno dello Jedi

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Mea culpa: per la prima volta, sto recuperando “seriamente” tutta la saga di Star Wars, in vista del settimo episodio, in uscita a Natale.
Prima d’ora, mi ero limitata a guardicchiare il film del ’77, vivendo di rendita: dopotutto, si tratta di uno dei cicli cinematografici più citati di sempre, risulta pressoché impossibile rimanerne immuni, cioè non venire a conoscenza di frasi storiche e colpi di scena anche senza aver mai frequentato assiduamente l’universo creato da Lucas.
Adesso, ho deciso di impegnarmi a colmare questa imperdonabile lacuna.

Detto questo, ho appena concluso la visione della prima trilogia (la seconda, in ordine narrativo): mentre Una nuova speranza, pur semplicistico nella trama, mi è piaciuto molto e L’impero colpisce ancora mi abbia intrattenuto senza troppo dispiacermi, Il ritorno dello Jedi mi ha annoiata oltremisura. Prolisso e ripetitivo, soffre di siparietti e personaggi soprassedibili (gli Ewok su tutti).
Anche le altrimenti interessanti scene d’azione (vedi, gli inseguimenti in volo sulla Luna Boscosa) sono inutilmente dilatate.
Il finale disneyano non lascerebbe presupporre alcuno sviluppo possibile, in vista di un settimo episodio, eppure così sarà (dopotutto, non è facendo cadere un Imperatore in un… in un “cosa”? Va beh, non sono pratica… Dicevo, non è eliminando un Imperatore che, di botto, spariscono tutti i cattivi dell’Universo. E, poi, la Forza sarà stata trasmessa davvero anche a Leila, per via ereditaria?)

Leggi tutto

gli orsetti del cuore… / 26 Settembre 2015 in Guerre Stellari VI - Il ritorno dello Jedi

nooooo gli orsetti che vincono, i cattivi ed il lato oscuro che scompare e tutti vissero felici e contenti….ma dai! ma che roba è?

3 Aprile 2015 in Guerre Stellari VI - Il ritorno dello Jedi

Un finale dignitosissimo per la più grande space opera della storia del cinema, che difficilmente verrà superata in futuro da qualcosa di anche soltanto lontanamente paragonabile.
L’episodio VI chiude degnamente la prima trilogia, anche se Lucas già sa che ce ne sarà almeno un’altra: la trilogia prequel, uscita a cavallo degli anni 2000.
La terza trilogia verrà invece prodotta dalla Disney, dopo l’acquisto a una cifra record (4 miliardi di dollari) della LucasFilm.

Un film che chiude un’epoca con il passaggio a miglior vita di due personaggi-icona del calibro di Yoda e Dart Fener. Così come scompaiono altri personaggi (apparentemente) minori, ma entrati prepotentemente nell’immaginario collettivo: Jabba the Hutt e l’amatissimo cacciatore di taglie Boba Fett.

Nel complesso, questo episodio VI ha probabilmente qualcosa in meno rispetto ai due predecessori.
Il finale buonista (ritoccato in occasione dell’edizione speciale 1997) vede l’inappellabile trionfo del bene sul lato oscuro, dopo lo shock del drammatico esito de L’impero colpisce ancora.
Questo film non ha la potenza suggestiva dell’episodio V, né la stravaganza di Una nuova speranza.
Eppure si fa comunque apprezzare, con scene memorabili quali quelle degli inseguimenti tra speeder nelle foreste della Luna boscosa di Endor, o la battaglia finale che vede uno spiegamento di forze da fare invidia alla Invincibile Armada.

Nel complesso, questa prima trilogia rimarrà imbattibile e ineguagliabile nella storia del cinema.
Star Wars non possiede la forza visionaria né la profondità di 2001 Odissea nello spazio.
Non possiede la suggestione cerebrale di un Blade Runner.
Eppure ebbe comunque la capacità di rivoluzionare il mondo del cinema, portando milioni di persone ad un nuovo innamoramento nei confronti della settima arte, ed in particolare di una fantascienza che fino a quel momento aveva avuto principalmente tinte oscure e pessimistiche.
Molti dei grandi nomi della Hollywood di oggi hanno abbracciato il mondo del cinema proprio grazie a Star Wars.
Come James Cameron, che abbandonò il suo lavoro da camionista dopo aver visto il film del 1977. O come Christopher Nolan o J.J. Abrams.
Star Wars è nel gotha della fantascienza-fantasy, nell’Olimpo del cinema-spettacolo del Novecento.
E ci resterà a lungo, come Mozart resterà un canone nel campo della musica e Caravaggio in quello della pittura.

Leggi tutto

Finale deludente… / 18 Febbraio 2014 in Guerre Stellari VI - Il ritorno dello Jedi

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Ultimo episodio con delusione finale.
Questo perché il Lato Oscuro della Forza non può morire…
Il Male non può essere COMPLETAMENTE eliminato…
Troppo buonismo.
Darth Vader che si redime… No, Lucas… Non ci stiamo proprio…
Poi che l’esercito della MORTE NERA viene sconfitto da degli orsetti di peluches con dei sassi e simili…
MA DAI!!!!
Così butti via tutto quello che hai costruito…
Troppo buonismo, forse perché parliamo del 1983 ma non può finire così….
Cosa???
Stanno pensando a STAR WARS EPISODIO VII????
Ho seriamente paura!!!!
Ultimo episodio? BOCCIATO!!!
Ad maiora!

P.S.: Se guardate bene, quando Han Solo soccorre la principessa Leia perchè ferita alla spalla, la sua mano sembra volontariamente ma a stringere il seno sinistro e subito lo lascia per poi passare sulla spalla…
HARRISON FORD, SEI SEMPRE IL SOLITO PORCELLO!!!! 😉

Leggi tutto

May the Force be with you. / 4 Febbraio 2014 in Guerre Stellari VI - Il ritorno dello Jedi

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Tanto tempo fa, in una galassia lontana lontana…

Finalmente ho terminato questa benedetta trilogia ! E non lo dico perché non mi sia piaciuta, bensì perché non avevo mai visto nessun film di Guerre Stellari, per questo talvolta sono stato deriso, ma ora l’ho fatto…e sì, posso anch’io fare lo sbruffone, ma adesso posso anche giudicarla, questa illustre trilogia.
Benché sia un appassionato della trilogia fantasy de “Il Signore degli Anelli” e nonostante in molti, conoscendo questa mia passione, mi avevano suggerito di vedere anche quest’altra trilogia, ero sempre stato riluttante a farlo davvero, avendone comunque sentito parlare ed avendo, mio malgrado, intravisto distintamente qualche scena quando, talvolta l’hanno dato in tv (dopotutto, stiamo parlando di una saga che ha fatto epoca), comunque, vuoi per un motivo vuoi per un altro, non avevo mai visionato quest’opera.
Ora, non so con precisione quando mi approccerò alla seconda trilogia, ma sta di fatto ch’io ho un certo timore a farlo, poiché non promette un granché bene, non vorrei vedere quella roba alla “Stragate”, per intenderci. Sebbene questa recensione racchiuda un po’ tutto il mio parere sull’intera trilogia, mi sembra più opportuno che mi soffermi maggiormente su questo terzo film, quindi il voto non si riferisce all’intera trilogia (ma solo a questo film) né tanto meno trovo decente e corretto ch’io pubblichi sui tre diversi film tre recensioni identiche: nossignore !

Quindi, ecco un riepilogo generico nel complesso in cui giudico i tre film.

Il primo lungometraggio, quello diretto da George Lucas, non mi aveva affascinato molto, rimane ciononostante un’opera piuttosto intraprendente, ma poco perfezionata e certamente non priva di innumerevoli sbavature. In particolare, ho riscontrato molteplici difetti per quanto concerne la sceneggiatura, che vanno da una blanda caratterizzazione dei personaggi fino a palesi errori nel susseguirsi delle vicende, per non parlare della cattiva fluidità della storia, ciò non perché scorra in modo lento e con tanti ostacoli, al contrario, perché ci sono dei salti troppo rapidi ed affrettati da una causa ad una conseguenza, si nota in special modo nella parte in cui i ribelli si preparano a sferrare un attacco al “quartier generale” dell’impero, dopo aver liberato la principessa Leila.
Quindi, un primo film non privo di difetti, inoltre non mi aveva emozionato molto, certo un paio di risate me le aveva provocate.
Insomma, non si può certo affermare che questo non sia un film che suscita il riso, scena iniziale con musica stratosferica di John Williams a parte c’è una considerevole dose di trashaggine. Certo, per l’epoca, fu una vera bomba, ma, sotto questo senso, ad oggi possiamo affermare che sia invecchiato un po’ male.
Ho sempre nutrito il massimo rispetto per il film e l’ho preso molto seriamente, questo ci tengo a specificarlo.
Però, è da ammettere che un po’ fa sorridere quello Skywalker che vola nello spazio o quella curiosa principessa Leila che si innamora un po’ di entrambi i “guerrieri”.
In realtà, si tratta di un’opera non troppo matura, ma comunque interessante ed a tratti ben realizzata, con ottime musiche ed effetti speciali piuttosto buoni per l’epoca.
Poi, non credo sia giusto considerarlo (e quindi valutarlo) come un film “normale”.
Stiamo pur sempre parlando di un cult che ha segnato una generazione e tutt’ora perdura nel Mondo dei Nerd. Quindi, è giusto portare un certo rispetto e capire bene cos’ha di speciale.
Ed allora sì, si può ammirare quel Millennium Falcon che vola così in alto e così veloce fra le stelle (e fra gli asteroidi).
Quindi, il voto finale che ho dato al film è abbastanza buono, si tratta dunque di un 7, tendente all’8. Una scena a forte carica emotiva è certamente quella in cui si incontrano lo Jedi ed il Sith: Obi-Wan Kenobi vs Dart Fener, Una spannung celebre la avremo in tutte le pellicole.
Nel secondo film si volta pagina, esso presenta un tono più epico, dall’inizio alla fine, con più battaglie.
Inoltre, è meno banale nei contenuti e si apre all’intero universo. Sin dall’inizio, con la prima sequenza con Skywalker su un pianeta dove viene rapito da un Wampa, un mostro delle nevi.
Certo non mancano le scene un po’ da fiction che vedono la complicata love story tra la principessa Leila e Ian Solo.
Però, è formidabile in tutto e per tutto, scena dopo scena, fino ad arrivare al culmine di questo secondo film.
La celeberrima scena tra Dart Fener e Skywalker, in cui a quest ultimo viene mozzata la mano nello scontro con il Sith, che si rivela essergli padre !
In questo secondo lungometraggio, dunque, i nuovi personaggi si integrano bene nella storia e quelli già presenti nel precedente vengono finalmente approfonditi.
La storia assume una certa caratura che rimane coerente per tutta la durata dell’opera, in perfetta armonia con il prologo che fa da apertura a tutti i capitoli. Per tutto il film, assistiamo alle prime avvisaglie del duello tra Luke Skywalker e Dart Fener ed anche al loro primo celebre scontro. Anche il finale è un po’ a metà, ma in questo caso non stona, vien voglia di vedere come faranno i nostri eroi a salvare l’ibernato Ian Solo.
Il mio voto al secondo capitolo è, perciò, un 8 e mezzo che arrotondo volentieri per eccesso, tenendo conto delle emozioni che riesce a trasmettere.
La stessa tonalità del secondo film, se vogliamo, la riscontriamo nel terzo, che più o meno si mantiene sui livelli del primo…superiore allo standard, comunque.
Col terzo film si è trattato della fine di un’era, dopo di questo non sono stati creati altri lungometraggi della saga per 16 anni !
Tralasciando l’intralasciabile prologo, che, ci tengo a reiterarlo, è superbo, magnificente, colossale, STELLARE ! Abbinato, anzi, integrato nel miglior modo possibile.
Dunque, alla fin fine non è stato possibile tralasciarlo (LOL), tanto che è importante. Mentre il crudele imperatore (Palpatine, nome Sith Darth Sidious) è in combutta con Dart Fener e studiano un piano per far passare Skywalker al lato oscuro della forza, i nostri eroi tentano di salvare Ian Solo, quest’ultimo si trova tra gli Hutt, ibernato e tenuto prigioniero da Jabba the Hutt. La prima parte del film scorre abbastanza velovemente, però, forse è presente qualche ridondanza nelle azioni che permettono la liberazione di Ian Solo sul pianeta Tatooine.
Si tratta di una piccola parentesi, comunque integra ed integrata nella lotta con l’impero, che presto ridiventa il fulcro ed il motore delle vicende, semmai non lo fosse più stata.
Ha inizio la battaglia tra l’impero ed i ribelli, l’ultima battaglia !
Ma questo non è un film politico, per cui ha inizio lo spettacolo, sia nello spazio che sulla terraferma.
Parecchi hanno criticato gli Ewoks, orsacchiotti che attaccano le forze armate, io invece li trovo perfetti così come stanno, al loro posto. Quello è il loro pianeta, vengono scombussolati dalle forze nemiche e così si alleano con il lato buono ed attuano sapienti strategie belliche. Sono comunque un popolo evoluto, sotto tutti i punti di vista: ma ca**o sono lì…e sono perfetti dove sono!
Il tutto mentre avviene il conflitto tra Skywalker, Darth Sidious e Dart Fener, suo padre, che uccide il suo padrone e salva il figlio; l’apoteosi dell’intera trilogia.
Anche questo film non è perfetto, ma comunque un’opera sensazionale ed è intuibile come tutti i popoli e i personaggi siano entrati nella memoria collettiva.
Il finale è abbastanza buonista e sono pochi, se vi sono, i protagonisti che ci lasciano le penne, per fortuna abbiamo la scena di forte impatto tra il ritrovato Anakin Skywalker moribondo e suo figlio Luke: questa scena è palesemente ispirata a quella di tolkieniana memoria, in cui Eowyn ammazza il re degli stregoni di Angmar, “salvando” suo zio, che poi muore guardandola negli occhi. Poetica al massimo ed in tutto !
Come al secondo, così do il 9 anche a questo terzo capitolo di Guerre Stellari.

Il mondo fantascientifico che ha inventato George Lucas è un mondo di un universo, ciò fa riflettere su quanto sia grande quest’ultimo.
Ci sta che sia un cult così amato, per tanti motivi.
Da parte mia, penso che non si tratti di un capolavoro, ma di un cult ricco di scene formidabili e di personaggi mitici.
Il tutto è alimentato da un’aura divina, che è in tutto e che tutto muove: la forza.
Questo continuo scorrere della forza, in due fiumi opposti e cioè quello del bene e quello del male, determina la contrapposizione di questi due lati della forza, quello buono e quello oscuro, ciò muove le vicende e denota la storia di Star Wars.
Io mi inchino a quest’opera, nutro profondo rispetto, come dicevo prima non è giusto fare tabula rasa e considerarlo un film normale.
Se tale fosse, si sminuirebbe e si evidenzierebbero gli aspetti negativi che sì, per carità, ci sono. Però, almeno alcuni, un po’ passano in secondo piano. Se fosse una trilogia normale si tratterebbe di una buona regia, una sceneggiatura a tratti traballante, buone recitazioni ed altrettanto buoni gli effetti visivi.
E’, evidentemente, qualcosa di più, è una trilogia che ha fatto epoca ed ha nel bene e nel male segnato la storia del cinema…e non solo.
Lungi da me, chiaramente, il voler far apparire questa come una dichiarazione d’amore nei confronti della saga o come se dicessi che è un capolavoro…non lo è: però posso capire perché abbia tanti appassionati.

P.S. alla fine non ho parlato maggiormente del terzo film, è vero. 🙂

Leggi tutto

La notte sogno gli Ewoks morire e mi sento bene la mattina. / 7 Maggio 2013 in Guerre Stellari VI - Il ritorno dello Jedi

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

5 Maggio 2013 in Guerre Stellari VI - Il ritorno dello Jedi

Guerre stellari è una serie di film creata da George Lucas tra gli anni ’70 e ’80 che si divide in due trilogie (per ora), la trilogia originale e quella detta nuova.

I film sono stati definiti, al momento della loro uscita, degli innovatori del panorama cinematografico grazie ai numerosi effetti speciali per i quali Lucas creò anche l’Indrustrial light & magic. Sia oggi che al momento della loro uscita questi film hanno avuto sia recensioni positive che negative ma, ad oggi, girando sul web se ne trovano solo di negative. Esse vanno all’intreccio poco articolato e ripetitivo, alla recitazione dei personaggi e alla piattezza dei dialoghi.
Devo dire che mi trovo in pieno accordo con queste critiche, se fosse rimasto solo il primo film sarebbe potuto essere uno di quei film per la televisione da guardare a perdita di tempo e con un finale positivo, mentre esistendo gli altri due, il secondo ripetitivo per quanto riguarda l’attacco della morte nera e il terzo piatto nei contenuti e con un notevole cambio di rotta rispetto al primo film (Luke e Leila sono fratelli, ma non si erano baciati nel primo film?). Continua su: http://loren-ilmondodilory.blogspot.it/2013/05/guerre-stellari-la-trilogia-originale.html

Leggi tutto

CAMBIATE IL TITOLO / 30 Settembre 2012 in Guerre Stellari VI - Il ritorno dello Jedi

VI PREGO NON JEDY, JEDI!!!

Peccato per gli gnomi pelosi / 11 Marzo 2011 in Guerre Stellari VI - Il ritorno dello Jedi

Oh, dai, noooo… Vabbè che sul pianeta c’è una delle sue “migliori legioni”, come dice l’Imperatore… ma venire sconfitti da degli orsetti del cuore armati di pietre e bastoni??????
Su, siamo seri!
Vabbè, bimbominkiate Lucasiane a parte, il film è molto bello!

inserisci nuova citazione

Non ci sono citazioni.

Non ci sono voti.