?>Recensione | Guerre Stellari V - L'impero colpisce ancora |...

Recensione su Guerre Stellari V - L'impero colpisce ancora

/ 19808.1688 voti

19 febbraio 2017

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

L’idea di dargli un seguito nacque quando questo era ancora nelle sale e raccoglieva successi senza precedenti. Per avere più libertà creativa decise di autofinanziarlo con il denaro derivante dagli incassi del precedente. Molto occupato dai vari problemi inerenti la produzione decise di affidare la regia del secondo capitolo a un suo vecchio insegnante, Irvin Kershner.
Il film uscì nelle sale nel 1980 col titolo di L’impero colpisce ancora (Empire Strike Back). L’atmosfera che lo pervade è decisamente più cupa ed è, a parere di chi scrive, il miglior capitolo di tutta la trilogia, anche se trattandosi della parte centrale di una trilogia è inevitabilmente irrisolto nella trama, chiudendosi con un cliffhanger che costringeva gli spettatori a una lunga attesa di un terzo risolutivo film.
L’Impero sferra un attacco alla base dei ribelli, che sono costretti a fuggire precipitosamente. Han, Leia e Chewbecca si dirigono su una stazione mineraria diretta da un vecchio amico del primo, Lando Carlissian (Billy Dee Williams), mentre Luke decide di andare su Dagobah, alla ricerca dell’ultimo maestro Jedi sopravvissuto all’olocausto, messo in atto dall’imperatore verso gli adepti dell’ordine, il saggio Yoda. Trovatolo, Luke è addestrato ulteriormente alla “Forza”. Contemporaneamente i suoi tre amici, complice il tradimento di Lando, sono consegnati a Darth Vader, sfuggito alla distruzione della Morte Nera del precedente capitolo. Han è ibernato e consegnato al cacciatore di taglie Boba Fett (Jeremy Bulloch) per consegnarlo a un criminale di Tatooine che aveva un conto in sospeso lui. Luke, saputo del fatto, si precipita sul posto dove ingaggia un duello a colpi di spade laser con l’oscuro signore dei Sith e scopre che suo padre, creduto morto, è lo stesso Darth Vader che lo invita a seguire i suoi passi nel “lato oscuro della Forza”. Nel frattempo Lando si ravvede, libera Leia e Chewbacca e recupera Luke prima che soccomba sconvolto dalla rivelazione, portandoli in salvo. Un finale decisamente tutt’altro che trionfale, all’opposto del primo capitolo, che prepara il campo alla resa dei conti del film successivo.
Inutile dire che anche questo episodio fu un successo colossale e che l’idea originale di Lucas di realizzare una trilogia di trilogie, quindi di espandere ulteriormente l’universo che si andava creando, sembrasse sempre più vicina.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext