Sottovalutato / 7 Agosto 2011 in Guardie e ladri

Se pur celebre, questo film rimane, purtroppo e ingiustamente, sottovalutato. E’ importante perché è un punto di passaggio dal cinema neorealista alla grande stagione della commedia all’italiana.Nel film,infatti,entrambi i generi sono rappresentati:come non vedere nella disperazione di Aldo Fabrizi,nel rintracciare il ladruncolo Totò,una similitudine con il personaggio interpretato da Lamberto Maggiorani in “Ladri di biciclette”,alla ricerca dello strumento per poter conservare il lavoro ,ossia proprio la bicicletta?Indubbiamente,comunque, si ride parecchio,ma spesso amaramente,caratteristica distintiva della miglior commedia all’italiana,nella quale brillerano i due registi (soprattutto Monicelli).
Grande prova d’attore di Totò,per la prima volta utilizzato come attore a tutto tondo.

Leggi tutto