Recensione su Grimsby - Attenti a quell'altro

/ 20165.327 voti

Sacha che combini? / 27 Novembre 2016 in Grimsby - Attenti a quell'altro

Sacha Baron Cohen è un inglese della città di Grimsby a cui interessano solo poche cose: il calcio, bere come un dannato e non fare niente dalla mattina alla sera. Ha un’enorme famiglia e una grande passione per le donne obese. Ma soprattutto aspetta da 28 anni di riunirsi al fratello (Mark Strong), che finalmente troverà come membro dell’MI6 e al quale farà immediatamente fallire la missione e lo metterà nei guai. Ovviamente i due fratelli collaboreranno e diventeranno delle macchine da guerra. Cosa non funziona però? L’umorismo. Cohen ci ha abituato a personaggi sempre al di sopra delle righe, ma, bene o male, con il proprio perché, ad una comicità un po’ più ricercata rispetto a quella di questo film, che si basa decisamente troppo su volgarità eccessive (la scene dell’elefante, mah…), doppi sensi e personaggi troppo stereotipati e troppo poco a mio parere sullo humor nero. Peccato, l’idea c’era, ma le parodie dei film alla 007 non sempre vengono alla perfezione e dall’ex Borat e dall’ex Dittatore, tra gli altri, ci si doveva davvero aspettare qualcosa di meglio. Perlomeno vola via velocemente, qualche risata la strappa anche e le scene d’azione sono più che buone. Ma resta questo senso di occasione buttata. Nel resto del cast troviamo, tra gli altri, Isla Fisher, Rebel Wilson e Penelope Cruz, che interpreta un personaggio decisamente importante nell’ambito del film.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext