Recensione su Lanterna verde

/ 20115.4274 voti

Il voto sarebbe un 6.5 / 22 Maggio 2013 in Lanterna verde

L’inizio, come spesso capita, ci dà troppe informazioni sull’ordine delle Lanterne verdi e qualcosa sfugge all’attenzione (soprattutto alla mia). Però dopo questo inizio titubante, il film acquista un buon tono, mantenendo a tratti una buona ironia.
Bravo Ryan Reynolds nei panni del protagonista, splendida Blake Lively in quelli dell’ex fidanzata; la sequenza degli inseguimenti aerei per introdurre il personaggio di Hal deve molto a Top Gun. Nel mezzo del film piove quasi dal nulla Peter Sarsgaard nei panni del biologo chiamato a fare l’autopsia sull’alieno, si poteva dare un pò più di spiegazioni sul suo passato (c’entra anche un infatuazione per Blake Lively) e sui motivi della chiamata da parte di Angela Bassett. Probabilmente la colpa è del padre (di lui) Tim Robbins. Mi è piaciuta molto la battuta di Blake Lively: “Ti conosco da una vita, vuoi che una mascherina che copra gli zigomi mi impedisca di riconoscere chi sei?”. Forse perchè mi sembra una critica a Clark Kent, cui basta togliersi gli occhiali per trasformarsi in Superman.
Si potrebbe dare un pò più di spazio alle altre razze che compongono le Lanterne Verdi, soprattutto i due più vicini a Ryan Reynolds (l’addestratore e quello che lo accoglie su Or).
Insomma discreto film d’azione e fantascienza ma i film tratti dai fumetti della Marvel sono migliori.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext