Recensione su Gran Torino

/ 20088.11029 voti

Il voto sarebbe un 7.5 / 21 Febbraio 2012 in Gran Torino

Bellissimo film di Clint Eastwood con il personaggio principale, Kowalski, che ricalca qualche suo personaggio precedente. Walt ha un carattere duro, parecchio burbero e soprattutto all’inizio la sua “durezza” fa sorridere in qualche circostanze. I dialoghi con il barbiere (per i sorrisi che strappa) e poi l’amicizia con il figlio coreano dei vicini sono i momenti più belli del film. Kowalski che ha un rapporto minimo con i figli, sembra diventare più umano col passare del film e con l’intensificarsi del rapporto con i vicini hmong (sono i vicini dei vietcong che erano dalla parte degli americani e hanno avuto diversi problemi x questo). Gran Torino è il modello dell’auto che Kowalski custodisce gelosamente nel suo garage (stesso modello dell’auto di Starsky e Hutch).
L’unico peccato è il cast: Clint si circonda di gente poco conosciuta, in cui è lui l’unico nome di spicco.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext