2008

Gran Torino

/ 20088.1968 voti
Gran Torino
Gran Torino

Kowalski è un ex-soldato, reduce dalla guerra di Corea, e nazionalista convinto: nel suo quartiere, è uno degli ultimi bianchi a non aver abbandonato la propria casa a favore degli immigrati stranieri di origine asiatica, per i quali l'uomo dimostra un'evidente avversione.
Stefania ha scritto questa trama

Titolo Originale: Gran Torino
Attori principali: Clint Eastwood, Christopher Carley, Bee Vang, Ahney Her, Brian Haley, Geraldine Hughes, Dreama Walker, Brian Howe, John Carroll Lynch, William Hill, Brooke Chia Thao, Chee Thao, Choua Kue, Scott Eastwood, Xia Soua Chang, Doua Moua, Sarah Neubauer, Lee Mong Vang, Nana Gbewonyo, John Anton, Austin Douglas Smith, Ramon Camacho, Rio Scafone, Thomas D. Mahard, Arthur Cartwright, Julia Ho, Elvis Thao, Clint Ward, Shelagh Conley, Jeffrey Feingold
Regia: Clint Eastwood
Sceneggiatura/Autore: Nick Schenk
Colonna sonora: Kyle Eastwood, Michael Stevens
Fotografia: Tom Stern
Costumi: Deborah Hopper, Cheryl Scarano
Produttore: Clint Eastwood, Bill Gerber, Jenette Kahn, Robert Lorenz, Tim Moore, Adam Richman, Bruce Berman
Produzione: Usa, Germania
Genere: Azione, Drammatico, Poliziesco
Durata: 116 minuti

Quasi Cinema d’autore / 19 Agosto 2018 in Gran Torino

Speriamo che Eastwood giri un altro film come questo, visto i suoi ultimi lavori... Eastwood si eleva ad un altro livello, portando la sua drammaticità quasi ai livelli del cinema autoriale. In America cosa laudevolissima e assai rara, dato che non sanno fare film, almeno non come noi europei.

Applausi / 2 Gennaio 2016 in Gran Torino

Beh,siamo di fronte ad un capolavoro signori miei! C.Eastwood si esalta dietro e davanti la macchina da presa regalandoci un film fenomenale, dove ogni tassello del mosaico trova il suo posto alla fine del film. Da una sceneggiatura relativamente semplice E. riesce a creare LA STORIA, uno spaccato dell'America e nello specifico una comunita cinese alle... continua a leggere » prese con un regolameno di conti. E. superbo come attore, i suoi sguardi, le sue battute capaci di incutere timore,commozione ma anche d farti sorridere sono lo specchio di un attore poliedrico, in parole povere...da oscar! Da applausi a scena aperta, solo lui potrebbe reggere il film,come in effetti è, ma i personaggi secondari sono tutti bravi a fare la loro parte, dalla "donna drago" al barbiere, al prete. Eastwood non sbaglia un colpo, dopo il capolavoro che è changeling, il buon Clint l'ha fatta di nuovo grossa! (in positivo però).

Teso ma lento. 6.5 / 26 Marzo 2015 in Gran Torino

Clint ci rende un altra lezione di cinema, su questo non c'è dubbio. Ma il film mi è saputo noioso e prevedibile, anche se molto attuale: l'idea di un uomo che vive con dentro tutta la rabbia e la delusione di come va avanti il mondo, rende benissimo gli stati d'animo di quest'epoca. Ahimè, nonostante sia una pellicola di ottimo stile la storia cade... continua a leggere » nella noia e nel prevedibile. Le grandi pellicole di Eastwood sono altre...molte altre. Ma un 6,5 glie lo concedo.

Gran cazzata / 18 Febbraio 2015 in Gran Torino

Un film con più stereotipi non lo ricordo. Finale sorprendente??? Maddeche ahò... aridatece il monco e Callahan che almeno lì la monoespressività di Eastwood risultava ganza.

16 Settembre 2014 in Gran Torino

Ero convinta fosse il solito film drammatico, con la differenza di razze e blabla, invece mi è piaciuto TANTISSIMO, è diventato anzi uno dei miei film preferiti, quando la ragazza torna a casa.... brrr