3 aprile 2015

Mi aspettavo un maggiore fattore di scandalo, quindi di denuncia. Le uniche prove visive della ridicolaggine di Scientology sono semplicemente quelle già pubbliche: Scientology è un culto new age finalizzato al raggiungimento della serenità dello spirito e, pensando in grande, della pace nel mondo. Fondato negli anni ’50 da L. Ron Hubbard, un ufficiale della Marina in disgrazia, poi autore di fantascienza. Le pratiche per la “misura” di questa serenità spirituale sono pseudoscientifiche; la narrazione dell’origine dell’umanità è fantascientifica. Ma questo si sapeva già.
Quello che il documentario prometteva di denunciare era la deriva autoritaria che la gerarchia di Scientology avrebbe preso negli ultimi anni, in particolare dalla morte di Hubbard e con l’aggravarsi delle critiche esterne e interne. Ma su questo il documentario porta soltanto testimoni orali, i cui racconti sono chiaramente plausibili, visto che è palese il livello di paranoia raggiunto dai dirigenti della Chiesa. Ma da come si era ribellata Scientology alla distribuzione di questo film mi aspettavo qualcosa di più decisivo.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext