?>Recensione | Giù al Nord | Senza titolo

Recensione su Giù al Nord

/ 20086.8287 voti

19 gennaio 2013

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Bene… visto che è giocato quasi tutto su una particolarità linguistica si dovrebbe essere veramente dei cretini per non vederlo in francese.
. . .
Ehm…
-.-
Uffaaaaa…. Ma perché?
Eh ma non è colpa mia, mi aveva chiesto mia madre di cercarglielo.
Uff.. cretino… allora, ok, tradotto perde credo più o meno un triplo di un quarto delle sue qualità (cioè… a occhio… mah… ah no, era facile, son ¾), però non è affatto un film francese da NON vedere per forza, non è noioso né volgare. Un direttore di posta (davvero idiota, spero non siano tutti così simpaticamente stupidi i direttori delle poste) dopo una marachella viene trasferito al nord (vicino al Belgio, per capirci). Lui crede di esser finito all’inferno, invece blablablabla.
Resta il fatto che NON tutte le donne sono gnocche – gran film, tutte gnocche innamorate di tutti sfigati, ottimo. Vai così.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext