Recensione su Giorni di tuono

/ 19905.684 voti

Top Gun 2.0 non bene ma si salva e non di poco / 12 Dicembre 2020 in Giorni di tuono

Pellicola diretta da Tony Scott del 1990, Giorni di tuono vanta un cast di tutto rispetto, con Tom Cruise, Robert Duvall, Nicole Kidman, Randy Quasi e Michael Rooker. Il regista come sempre mette la firma su scene mozzafiato e cariche di adrenalina, non manca anche la componente comica insieme ad una love story che segnerà anche la nascita della coppia nella realtà tra Cruise e Kidman. La trama è molto semplice, ed anzi si notano molte similitudini col precedente lavoro del regista con Cruise, ossia Top Gun. Molte scene sono ben fatte, piacevole il ritmo del film ed i legami che si formano tra i vari personaggi. Peccato che in alcune scene si notino errori anche piuttosto evidenti, come le auto in pista durante le gare che non sembrano essere nelle posizioni in cui effettivamente si trovino, l’arco temporale narrativo non risulta particolarmente chiaro nella seconda parte della pellicola, alcuni spezzoni sono girati abbastanza senza un vero e proprio senso, come vedere meccanici che esultano per aver aiutato l’auto rivale a tornare in gara ed evitare la squalifica. Si potrebbe aggiungere anche la strana interpretazione nella scena del bacio tra Cruise e la Kidman, dove lei rimasta sporca di grasso viene praticamente oscurata e fatta uscire dall’obiettivo in modo un po’ goffo, come anche la spettacolarità delle gare, molto lontana dalla realtà, tra scorrettezze varie, danni alle vetture anche gravi che non influiscono sull’andamento della gara, soprattutto dei protagonisti che se le suonano di Santa ragione tutto il tempo, per poi vedere altre auto ritirarsi per un soffio o per una spintarella. Nel complesso tutti questi errori però, per qualche strano motivo non minano l’essenza della pellicola. Sicuramente pesano, non passano inosservati, ma il film scorre via in modo piacevole, ci si dimentica quasi volutamente di tutte queste inesattezze e ci si lascia trasportare fino alla fine. Peccato perché la pellicola poteva sicuramente fare molto di più e non accontentarsi di superare la sufficienza. Se invece di cercare di replicare Top Gun, si fossero concentrati sulla pellicola per renderla unica, staremo oggi parlando di un capolavoro del genere. Voto 7 perché alla luce di tutti gli errori citati, il film poteva essere un vero flop, e invece riesce ad arrivare al traguardo, seppur ammaccato ma porta a casa il risultato.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext