Recensione su Ghostbusters II

/ 19896.6254 voti

Ghostbuster 2 / 5 gennaio 2016 in Ghostbusters II

Per un film che basa tutto (o quasi) il suo successo sull’originalità, il rischio della proposizione di un sequel è che tale originalità vada totalmente a perdersi, generando un flop.
Purtroppo il secondo Ghostbusters non sfugge a questa regola: per molti aspetti il film ricalca esattamente il primo, mitico episodio (pur dietro una rinfrescata che è soltanto apparente); per altri, cerca di discostarsene, scadendo però nel banale (l’idea buonista dei fantasmi contrastati dal buonumore dei cittadini).
Purtroppo si tratta di un secondo episodio dettato più da ragioni di marketing che da qualche buona idea, sull’onda del successo economico avuto cinque anni prima.
La versione italiana ci mette pure del suo nel peggiorare le cose: il doppiaggio di Egon da parte di Claudio Capone non regge il confronto con quello eccezionale di Mario Cordova nel primo episodio.
Dan Aykroyd imbolsito, Sigourney Weaver leggermente invecchiata ma sempre affascinante, Bill Murray tiene alla grande, mentre l’unico attore che migliora è Ernie Hudson (ma il suo Winston è un personaggio secondario).

Lascia un commento

jfb_p_buttontext