Recensione su Ghost in the Shell

/ 20176.3131 voti

Il voto sarebbe un 6.5 / 9 gennaio 2018 in Ghost in the Shell

Adattamento cinematografico del famoso manga.
Il maggiore Mika Killian (Scarlett Johansson) è un cyborg che lavora in un’organizzazione antiterrorismo gestita dalla Hanka Robotics.
E’ l’ultimo modello di Cyborg con mente umana (il ghost) in un corpo artificiale (la conchiglia, lo shell) creato dalla dottoressa Ouelet (Juliette Binoche). Ma quando scopre inquietanti verità sul suo passato non sa più di chi fidarsi.
Buon film, però non conoscendo il manga rischio di fare termini di paragone strani e imbarazzanti; infatti assomiglia (concedetemi il termine) a un mix tra robocop e Blade Runner anche se la situazione di Mika è un pò più complessa.
Strana e un pò di discutibile la scelta di Scarlett Johansson nel ruolo ma personalmente non mi è dispiaciuta anche se capisco le perplessità non scegliendo un’attrice orientale per la parte. Fantascienza e azione con le solite riflessioni sulla natura del cyborg (anche se in questo caso non è “intelligenza artificiale” ma intelligenza umana vera e propria).
Nel resto del cast da citare Michael Pitt nei panni del “terrorista” Hideo Kuze, Takeshi Kitano è Daisuke Aramaki (il fondatore della sezione 9).

Lascia un commento

jfb_p_buttontext