Recensione su Gemini Man

/ 20195.459 voti
Gemini Man
Regia:

Killer clonati / 18 Agosto 2021 in Gemini Man

Buon film d’azione (ma non solo).
Henry Brogan (Will Smith) è un sicario che lavora per la DIA (Defense Intelligence Agency); dopo l’ultima missione in cui ha ucciso un terrorista a bordo di un treno, decide di ritirarsi (ha rischiato di uccidere una bambina e il tiro non è stato così pulito come pensava).
Ma la sua vita da civile non dura molto e sarà costretto a cercare di sopravvivere; ad aiutarlo Danielle (Mary Elizabeth Winstead), un’agente della DIA che dovrebbe sorvegliarlo ma che finisce per aiutarlo, e l’ex collega “Il Barone”.
Splendido ritmo e buona azione ma anche un discreto tratteggio dei personaggi: carini i confronti iniziali tra Henry e Danielle. Il film chiaramente ha il suo punto di forza nel clone di Henry, più giovane, e il confronto tra le due versioni di Henry è appassionante.
Inoltre aggiunge un po’ di morale con le spiegazioni di Clay Varris (Clive Owen) dei motivi della creazione di cloni, oltre alla solita domanda: i cloni sono da considerare come
“persone normali” oppure sono “sacrificabili” come Varris propone?

Lascia un commento