Recensione su Gattaca – La porta dell’universo

/ 19977.4378 voti

Gattaca vedendolo oggi… / 9 gennaio 2013 in Gattaca – La porta dell’universo

un film di sicuro non uscito di recente (1997) che però parla di un futuro che paradossalmente si sta avvicinando. Il regista Andrew Niccol è lo stesso di In time e evidentemente una qualche passione per il futuro e il genere umano ce l’ha. La storia è ben strutturata, il protagonista (Ethan Hawke) è molto bravo nonostante non mi sia mai piaciuto tantissimo, il suo ruolo è quello del protagonista nato in maniera non controllata ne stabilita per questo gli viene negata un esistenza agiata e consona alle sue capacità mentali. Jude Law interpreta invece chi, con i suoi fluidi corporei, permetterà a Vincent ( Ethan Hawke) di realizzare il sogno di viaggiare nello spazio, permettendogli di usare la sua identità. Nel ruolo della protagonista femminile invece, Irene, troviamo una Uma Thurman che non mi ha propriamente convinto. Molto brava lo stesso a rimanere impassibile e algida come richiedeva il ruolo. Semplicemente forse non mi ha proprio convinto il suo personaggio, forse poco importante rispetto a ciò che Vincent trasmette e vuole essere in questo film e il messaggio che riporta. Il film in generale mi è piaciuto molto, è molto avvincente, probabilmente avrei scelto diversamente alcune scene, alcune inquadrature non mi sono piaciute e i colori erano troppo spenti secondo me. Il cast invece l’ho trovato molto interessante e credo che Jude Law sia definitivamente nella lista dei miei attori preferiti. 8/10 stando forse un po’ di manica larga e ampiamente consigliato.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext