Recensione su Gangster Squad

/ 20126.1169 voti

Fumo tanto, ma l’arrosto ??? / 5 Gennaio 2014 in Gangster Squad

Allora, se l’alternativa è andare dal dentista, ripulire il solaio, o andare dal vostro commercialista, sicuramente è meglio mettersi in poltrona e gustarvi Gangster Squad, se avete appena di meglio, potete rinunciarci senza perdere nulla, parola di Giovane Marmotta.
La cosa che mi deprime maggiormente che anche il buon vecchio Sean Penn si sia messo a dare le sue prestazioni a bidoni di simile portata, senza aver un minimo di rispetto verso il suo pubblico, ma soprattutto il suo spessore di artista.
Qualcuno tra sceneggiatura e regia, si è messo in testa di voler ispirarsi a Gli Intoccabili, ed i rimandi a mio modo di vedere sono numerosi e tristissimi per il modo in cui vengono sviluppati. Il cast (Penn a parte) è ben poca cosa, il protagonista è buono forse per qualche telefilm, ed il resto della truppa Ribisi a parte è semplicemente buona manovalanza, Nolte con la sua parte arrotonda la pensione.
Un film d’azione scontato, con una storia che dimostra qui tutti i propri anni, un regista probabilmente troppo pretenzioso, con una discreta tecnica e poco altro. Nessun rapporto interpersonale tra i protagonisti sul set, trasmette un minimo di “calore reale” un minimo surrogato di sentimento, solo la violenza se vogliamo sembra genuina, ma è veramente poca cosa con tali mezzi a disposizione.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext