Recensione su Frozen - Il regno di ghiaccio

/ 20137.1670 voti

21 Gennaio 2014

La Disney sta facendo da un po’ di anni tutta una serie di film di principessine attive che non si fanno più salvare dal principe azzurro di turno: fantastico, no? D’altra parte mi sembra che se agli albori Biancaneve, Cenerentola e Aurora erano tutte “damsel in distress”, ora tra Rapunzel, Merida e Anna ci tocca avere tante piccole Zooey Deschanel/Emma Stone/Jennifer Lawrence, cioè ragazze goffe, logorroiche e “awkward”. È un cambio di rotta che apprezzo, ma apprezzerei ancora di più personaggi a se stanti anziché una copia della copia della copia.

Preambolo a parte, il film in sé è molto carino.
Difetti: TROPPE canzoni, specie all’inizio, e tra l’altro l’unica degna di nota è Let It Go; il fatto che il potere di Elsa debba essere mantenuto segreto anche ad Anna mi è sembrato solo fatto per dovere di trama, col risultato che tutta la storia si basa sulla mancanza di comunicazione e su un equivoco più che su qualche cattivo o qualche storia d’amore epocale.
Pregi: è la storia di due sorelle, più che di una principessa che trova il vero amore, quindi yay; dopo la fuga di Elsa il film prende un bel ritmo, anche grazie al fatto che smettono di cantare per ogni minima sciocchezza; ho adorato le animazioni (non direi come al solito perché The Princess and the Frog mi ha deluso da questo punto di vista) e personaggi quali Kristoff e Olaf, anche se ho trovato l’umorismo di quest’ultimo a tratti un po’ demenziale.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext