?>Recensione | From beyond - Terrore dall'ignoto | C’ERA...

Recensione su From beyond - Terrore dall'ignoto

/ 19866.414 voti

C’ERA DI NUOVO… / 21 settembre 2017 in From beyond - Terrore dall'ignoto

Seconda incursione del duo Yuzna-Gordon nel mondo di Lovercraft. Dopo il successo di “Re-animator” l’anno precedente, i due decidono di trarre un altro film, questa volta ispirandosi al racconto “from beyond” del 1934.

La trama è semplice. Una coppia di scienziati mette a punto un macchinario in grado di stimolare la ghiandola pineale a tal punto da percepire mostruose creature che aleggiano nella nostra dimensione. Lo script non è dei più solidi, ma si salva spesso in calcio d’angolo.

Gordon mette in scena un film dell’orrore in senso stretto. Molte scene mettono effettivamente in subbuglio lo stomaco. L’impostazione è quella da film horror vecchia maniera, stile anni 50-60.
Jeffrey Combs e Barbara Crampton, entrambi presenti in Re-animator, vengono richiamati da Gordon ed offrono una buona prova anche stavolta. La Crampton sfodera una carica erotica notevole in una scena in particolare.

Gli effetti speciali sono altalenanti. Alcuni sono veramente efficaci mentre altri risultano eccessivamente “gommosi”.
Per mantenere bassi i costi di produzione, il film è stato girato in Italia con troupe nostrana, presso gli studi di Dinocittà.

Nel complesso un horror discreto dalla colorazione vivacissima, che però risulta essere un passo indietro rispetto a Re-animator ma che intrattiene e schifa al punto giusto. Un classico minore.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext