Recensione su Freaks Out

/ 20217.2141 voti

FANTAGUERRAVVENTURA / 16 Marzo 2022 in Freaks Out

Gabriele Mainetti si sta affermando sempre di più come traduttore di nuovi generi per il nostro cinema retrivo. Dopo essere riuscito nell’impresa di realizzare un titolo supereroistico in Italia senza sfigurare, questa volta spara ancora più in alto e che cosa ti sforna? Una avventura diesel punk. Non so se avete inteso? Un genere che già di suo ha ben pochi titoli a rappresentanza nel mondo, figuriamoci da noi.

Avventura dai toni favolistici che sorprende per coraggio e vena rivoluzionaria.
Freaks Out, forte di un budget di tutto rispetto, si permette una veste grafica da grande film d’intrattenimento. Una messa in scena talmente opulenta che forse indugia persino troppo nello specchiarsi, specialmente nella seconda parte. Ma non si può certo fargliene una colpa. Un simile piumaggio è rarissimo per un film nostrano. Per molti versi mi ha ricordato tanto il cinema fantastico di DelToro. “Il labirinto del Fauno” o i suoi “Hellboy”.

Se possiamo considerare apprezzabile la volontà di volersi differenziare dalla media dei prodotti nazionali, narrativamente non stupisce più di tanto, o meglio, non quanto vorrebbe.

Nel cast spicca la giovane protagonista Aurora Giovinazzo, da tenere d’occhio per il futuro.

Voto: 6,5 quasi 7

Lascia un commento