Recensione su Frankenweenie

/ 20127.1355 voti

2 febbraio 2013

Tim Burton che fa Tim Burton! E’ questo Frankenweenie, è un ritorno a quello gli riesce meglio: animazione, stop-motion e storie macabre e dolci.
La trama riprende e allarga la storia già esposta nel corto del 1984, che non ho visto se non per qualche spezzone, main questo casi si tratta di stop-motion in bianco e nero e Burton dimostra di sguazzare con efficacia tra sentimento, resa tecnica perfetta e quella lirica tipica dei suoi lavori più riusciti. C’è tutto: il rapporto affettivo, il ruolo della socialità, l’amore per gli animali, la resurrezione dei morti e tutta una serie di personaggi iconici e meravigliosi, come Weird Girl e Mr.Whiskers, caratterizzati a dovere e complici di una messa in scena vivace e molto molto bella. Danny Elfman cura le musiche, le più giuste e alla fine, siamo di fronte a una favola che riporta Burton allo splendore delle sue storie stralunate e tenere, tanto da commuovermi nel finale.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext