14 Recensioni su

Frankenweenie

/ 20127.1386 voti

Tim / 29 Gennaio 2020 in Frankenweenie

Tim Burton è unico, lo si ama o lo si odia. Malgrado le recenti flessioni in live action, questo semplice cartoon lo riporta ai buoni livelli di un tempo.

30 Dicembre 2014 in Frankenweenie

Non mi è piaciuto un granché, metto 7 perché è un’opera di Tim Burton

Voto doppio / 11 Luglio 2013 in Frankenweenie

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

8 a Tim Burton perché è lui, ma perché in fondo non è male, anzi è un bel prodotto. 5 alla disney. Quando l’ho visto in gruppo e ho urlato allo scandalo son stato preso a sassate e forse anche qui, ma il finale mi sembra troncato dal perbenismo dei classici Disney. Io non ci sto. Il cane non doveva tornare in vita e non ha senso ai fini della storia! Più educativo per tutti se il cane rimaneva così! Era un eroe e il bambino doveva metabolizzare la perdita del suo migliore amico. Punto. E NO INVECE!!!! Favole e favolette a palate! Un mix tra la bella addormentata nel bosco e… non so cos’altro. Io non ci sto. Bo. Mandatemi pure a cagare, ma la penso così. Sufficiente perché non è un film brutto, ma la disney non si merita il mio voto positivo.

Leggi tutto

10 Aprile 2013 in Frankenweenie

dolce, simpatico, divertente e, a tratti, commovente!! una bella storia d’ amore tra il bambino ed il suo cane! Tim Burton è sempre Tim Burton!!!

Dolce e divertente! E attenzione al signor Baffino! / 30 Marzo 2013 in Frankenweenie

2012 Tim Burton cartone animato: Ben tornato Tim! Un cartone animato di una bellezza spaventosa a parer mio. Dolce simpatico e leggermente impressionante visto ciò che succede nel film. Commovente e divertente al punto giusto pur restando nelle ombre tetre della mente di Burton. Sparky è l’animale per eccellenza che tutti almeno una volta nella vita abbiamo avuto coccolato amato e lasciato infine andare. Meritevole dell’oscar per il miglior lungometraggio animato al posto di Brave che ancora una volta, ribadisco, ho amato ma non ha donato niente di nuovo alla Pixar in fatto di storia. Frankenweenie riesce a mescolar del dolce humor nero a dei messaggi importanti sull’infanzia. Un film secondo me riuscito non alla grande…di più! Voto 9.5 e non consiglio solo di vederlo consiglio di viverlo come ho fatto io con gli occhi di un bambino!

Leggi tutto

29 Marzo 2013 in Frankenweenie

Frankenstein Jr. versione cagnolino.
Diversi riferimenti per questo cortometraggio del ’84 rivisto e allungato a film dallo stesso Tim Burton.
Non male come idea ma all’inizio decisamente lento, molto lento, troppo lento.
Poi verso la fine inizia a dire la sua ma decisamente Tim ci ha dato pezzi migliori.
E Nightmare Before Christmast è irraggiungibile!!!
Ad maiora!

Leggi tutto

Evitabile / 4 Febbraio 2013 in Frankenweenie

Un paio di trovate e citazioni non ne giustificano la visione.

2 Febbraio 2013 in Frankenweenie

Tim Burton che fa Tim Burton! E’ questo Frankenweenie, è un ritorno a quello gli riesce meglio: animazione, stop-motion e storie macabre e dolci.
La trama riprende e allarga la storia già esposta nel corto del 1984, che non ho visto se non per qualche spezzone, main questo casi si tratta di stop-motion in bianco e nero e Burton dimostra di sguazzare con efficacia tra sentimento, resa tecnica perfetta e quella lirica tipica dei suoi lavori più riusciti. C’è tutto: il rapporto affettivo, il ruolo della socialità, l’amore per gli animali, la resurrezione dei morti e tutta una serie di personaggi iconici e meravigliosi, come Weird Girl e Mr.Whiskers, caratterizzati a dovere e complici di una messa in scena vivace e molto molto bella. Danny Elfman cura le musiche, le più giuste e alla fine, siamo di fronte a una favola che riporta Burton allo splendore delle sue storie stralunate e tenere, tanto da commuovermi nel finale.

Leggi tutto

Ancora peccato / 22 Gennaio 2013 in Frankenweenie

Questo è un duro colpo per un affezionato di Burton. Il pensiero era che, ritornando a giocare con i suoi vecchi giocattoli, il regista avrebbe ritirato fuori la sua arte, la sua poesia. Non è così. Pur non trattandosi di un brutto lungometraggio, esso non aggiunge niente di nuovo al vecchio corto, girato 18 anni prima. Sarà la produzione Disney che a Tim non fa bene, ma ti preghiamo, Burton, di ritrovar te stesso, e di ritornare al più presto a scrivere poesia su pellicola.

Leggi tutto

21 Gennaio 2013 in Frankenweenie

Cartone animato bianco e nero del corto di Tim Burton del 1984.
Il ritorno di Tim Burton.

Si… può… fare! / 19 Gennaio 2013 in Frankenweenie

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

(Sette stelline e mezza)

Tim Burton è riuscito a riavvicinarsi felicemente ai racconti che gli sono sempre riusciti meglio con un’ispirazione degna dei suoi lavori più riusciti. Frankenweenie non aggiunge nulla alla parte “non discutibile” della sua filmografia, ma ha anche il grosso merito di non scivolare sulla pretenziosità fine a sé stessa degli ultimi, infausti lavori di Burton.
Non che questo non sia un lavoro particolarmente compiaciuto, ma -a mio avviso- ha un’anima: sembra che il regista abbia applicato l’assunto del Prof. Rzykruski (doppiato da Martin Landau, ma fratello gemello di Vincent Price), per cui -in breve- un lavoro ha un esito migliore, se fatto con il cuore.
Secondo me, qui, Burton ha riversato molto affetto per il proprio lavoro, incensandosi un po’ (tantissimi dettagli richiamano altri suoi lavori molto amati dal pubblico), ma pensando anche alla platea, regalandogli una pellicola visivamente e narrativamente emozionante.

Questa storia non aggiunge nulla al tema del gotico declinato in chiave burtoniana e, anzi, pecca di alcune lungaggini e di giri a vuoto: per esempio, la figura del sindaco cattivone è totalmente inutile, inserire un “villain” a tutti i costi è tipicamente disneyano e francamente puerile. I “cattivi”, se è per questo, erano sufficientemente rappresentati dai compagni di scuola di Victor, un po’ stolidi ed arrivisti. Anche la “simpatia” tra Victor ed Elsa è un po’ forzata ed è facile immaginare come il racconto avrebbe potuto filare liscio anche senza detti personaggi.

Per il resto, Frankenweenie diverte, commuove ed impressiona anche un po’, se ci si sofferma a pensare alla molla del racconto.
La struttura della storia è abbastanza banale e richiama tutta la tradizione letteraria e cinematografica del “dagli al mostro!”, senza inserire nessuna novità formale: basti pensare alla solita scena-madre in cima ad una collina, con annesso edificio monumentale in cui si consuma l’esito melodrammatico del racconto.

Nonostante tutto, ribadisco, Burton ha saputo imbastire un plot godibile al punto giusto, in cui anche la più sdolcinata delle morali (“Gli adulti, spesso, non sanno di cosa parlano”) viene legittimata con condiscendenza.

Leggi tutto

Welcome back Tim Burton! / 13 Gennaio 2013 in Frankenweenie

Avevo paura di vedere questo film, per colpa dell’orrore che ho provato vedendo the Dark Shadows. Questa mia paura era assolutamente infondata! Un film molto bello, adatto a grandi e piccini, che nonostante i colori tetri, il ricorrente riferimento alla morte è un puro e semplice inno alla vita. Ci sono tutti i temi e le figure ricorrenti del cinema burtiano con l’aggiunta di un inno alla scienza che non mi era mai capitato di vedere nei suoi film (ma questa è naturalmente solo un opinione mia personale). Insomma non è la sposa cadavere, ma è comunque un bellissimo film, che mi auguro vinca l’Oscar come miglior film d’animazione!

Leggi tutto

Rientro in carreggiata! / 11 Gennaio 2013 in Frankenweenie

Mi verrebbe quasi da dire : Finalmente,il vecchio Tim Burton,quello che ci ha fatto sognare con La Sposa Cadavere ed Edward Mani di Forbice è tornato!…è stato come tornare a casa dopo una deludente gita “nel Paese delle Meraviglie” ed un altrettanto deprimente soggiorno a “Collinsport”,cullato dalle dolci musiche di Danny Elfman! L’immancabile ragazzino impacciato e senza amici,la ragazza goth,il vicinato ipocrita e bigotto,e i riferimenti ai grandi capolavori del cinema horror sono sempre presenti nei suoi film,ma non mi stancano mai! Non è certo la migliore delle sue creature,ma è di nuovo sulla strada giusta!

Leggi tutto

28 Dicembre 2012 in Frankenweenie

Tim Burton prende spunto da Frankenstein Junior e da un altro tot di film di mostri per costruire un film delizioso sul rapporto tra giovani e adulti, sulla fedelta, l’amicizia, la purezza di cuore e, soprattutto sulla scienza.
Animazione semplicemente perfetta, in un delizioso bianco e nero, e caratteri molto ben costruiti.
Ma che cosa ha fatto a Burton la comunità olandese negli Stati Uniti? Mai visto descrivere qualcuno con così tanto disprezzo.

Leggi tutto
inserisci nuova citazione

Non ci sono citazioni.

Non ci sono voti.