?>Recensione | Flightplan | Il voto sarebbe un 6.5

Recensione su Flightplan

/ 20056.2193 voti

Il voto sarebbe un 6.5 / 14 novembre 2011 in Flightplan

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Discreto thriller con una brava Jodie Foster che però non basta per fare un ottimo film.
L’inizio è abbastanza confuso con visioni da parte di Kyle (le è appena morto il marito); la prima parte sull’aereo non mi ha entusiasmato. Jodie Foster è troppo isterica quando si accorge della scomparsa della figlia… Il film ha però il pregio di calcare proprio sull’isterismo della madre in pena, facendoci credere alla sua “pazzia”.
Un altro punto a favore del film è quello di farci notare quanto sia aumentato il pregiudizio nei confronti degli arabi dopo l’11 settembre anche se non raggiunge il livello di una puntata di Senza Traccia che si era soffermata sullo stesso problema.
Nella seconda parte il film aumenta di ritmo fino al finale anche se con qualcosa di poco chiaro.
Buoni coprotagonisti Peter Sarsgaard (guardia di sicurezza dell’aereo, ha un certo sguardo inquietante simile a Cillian Murphy protagonista anch’egli di un altro thriller aereo), Sean Bean (il capitano, solito buon bastardo, nel senso buono del termine) e la notevole Erika Christensen (una delle hostess).
Insomma un film godibile ma mi aspettavo qualcosa di meglio.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext