Recensione su Fino all'ultimo respiro

/ 19607.8196 voti

J’adore! / 16 Marzo 2012 in Fino all'ultimo respiro

Un film che è un manifesto di stile, di limpidezza formale e di estetica cinematografica: ciò che mi ha colpito di più è la semplicità della trama, sviluppata in maniera quasi ingenua, contrapposta ad una grande ricercatezza visiva e ad un profluvio di parole, di aforismi.
Godard, Truffaut e Chabrol per un titolo che ha fatto storia.

Visi, quelli della Seberg e di Belmondo, che dànno vita a personaggi terribilmente affascinanti, abbastanza prevedibili, sì, ma che, anche per questo, ho trovato particolarmente magnetici.

Metacinema d’antan, citazionistico (Bogart in primis) e, a sua volta, iconico: tanto per dire, da persona comunissima, mi vengono in mente le labbra di Belmondo che torneranno nel celebre spot della Martini con Charlize Theron e l’atmosfera della camera da letto in quello di Sofia Coppola per Dior, con Nathalie Portman, bacio “rovesciato” compreso.

http://www.youtube.com/watch?v=yCw2vlI9BLI

Lascia un commento

jfb_p_buttontext