Femme Fatale

/ 20026.092 voti
Femme Fatale

Tradendo i suoi complici, un'affascinante ladra riesce ad impossessarsi di un prezioso gioiello indossato da una modella per il Festival di Cannes. Approfittando di uno scambio di persona, la ragazza riesce a farla franca. La rivediamo infatti a Parigi dopo qualche anno, sposata con un diplomatico. Ma un fotografo, che l'aveva casualmente ripresa nel passato, si accorge della sua vera identità.
mandelbrot ha scritto questa trama

Titolo Originale: Femme Fatale
Attori principali: Rebecca RomijnRebecca RomijnAntonio BanderasAntonio BanderasPeter CoyotePeter CoyoteRie RasmussenRie RasmussenGregg HenryGregg HenryÉriq Ebouaney, Edouard Montoute, Thierry Frémont, Jo Prestia, Fiona Curzon, Daniel Milgram, Jean-Marc Minéo, Salvatore Ingoglia, Bart De Palma, Sandrine Bonnaire, Régis Wargnier, Gilles Jacob, Jean Chatel, Éva Darlan, Valérie Maës, Mostra tutti
Regia: Brian De PalmaBrian De Palma
Sceneggiatura/Autore: Brian De Palma
Colonna sonora: Ryuichi Sakamoto
Fotografia: Thierry Arbogast
Costumi: Olivier Bériot
Produttore: Marina Gefter, Tarak Ben Ammar, Mark Lombardo
Produzione: Svizzera, Francia
Genere: Drammatico, Thriller, Poliziesco, Erotico
Durata: 114 minuti

Dove vedere in streaming Femme Fatale

2 Maggio 2013 in Femme Fatale

Lo chiamavano Antonio 5 secondi. Dai, voglio capire che hai la Rebecca Romijn davanti…

l’ambigua Rebecca / 14 Marzo 2011 in Femme Fatale

E’ strano questo De Palma. Passa da successi come “Gli Intoccabili” e “Scarface” ai mediocri “The Black Dahlia” e “MIssion to Mars”, mettendoci in mezzo film come questo “Femme Fatale”, dove una bellissima e sensualissima Rebecca Stamos fa ammattire il povero fotografo Banderas, abbindolandolo per tutto il film e stringendolo in trappola come un boa assassino. E chi non vorrebbe farsi ingabbiare da una donna così? Ti manda fuori di testa ma non puoi respingerla.
Lei è una ladra in fuga, lui un’esca. E’ affsscinante e indifesa, diabolica e provocante ed è impossibile resisterle.
La storia sembra già sentita, ma i risvolti finali lasciano più i qualche sorpresa allo spettatore. E’ un gioco d’identità che la protagonista conduce alla perfezione e, almeno stavolta, anche Banderas non è più di tanto una macchietta.

Leggi tutto