1996

Fargo

/ 19967.7542 voti
Fargo
Fargo

Jerry Lundegaard, un venditore d'automobili con un urgente bisogno di denaro, assolda due balordi per simulare il rapimento di sua moglie Jean, convinto di riuscire a far scucire i soldi del riscatto a suo suocero: i novelli rapitori però si dimostrano meno abili del previsto e per Jerry iniziano i veri problemi. Vincitore di numerosi premi, tra cui l'Oscar per la Migliore attrice protagonista a Frances McDormand e quello per la Migliore sceneggiatura originale a Joel ed Ethan Coen nel 1997.
laschizzacervelli ha scritto questa trama

Titolo Originale: Fargo
Attori principali: William H. MacyFrances McDormandSteve BuscemiPeter StormareKristin RudrüdHarve Presnell, Tony Denman, Gary Houston, John Carroll Lynch, Sally Wingert, Steve Reevis, Steve Park, Larry Brandenburg, Kurt Schweickhardt, Larissa Kokernot, Melissa Peterman, Bruce Campbell, Michelle Hutchison
Regia: Joel Coen
Sceneggiatura/Autore: Joel Coen, Ethan Coen
Colonna sonora: Carter Burwell
Fotografia: Roger Deakins
Costumi: Mary Zophres
Produttore: Ethan Coen
Produzione: Usa
Genere: Drammatico, Poliziesco
Durata: 98 minuti

Sopravvalutato / 19 Gennaio 2019 in Fargo

Film assolutamente sopravvalutato. Non fosse stato diretto dai fratelli Coen, sarebbe ben presto finito nel dimenticatoio…

Neve e sangue / 27 Giugno 2017 in Fargo

Non è semplice trovare difetti a questo film. Nel suo genere, è giustamente un cult: regia, scrittura, interpretazioni degli attori, musiche, fascino dell’ambientazione, é tutto di alto livello (anche se sinceramente non ho capito parte della storyline della poliziotta; inoltre, la sua recitazione non mi è sembrata da oscar).
E’ difficile riuscire a condire efficacemente di umorismo un thriller drammatico, ma i Coen ci sono riusciti (grazie soprattutto al personaggio interpretato da Buscemi).

Devo ammettere però che avevo aspettative molto alte, e che non sono state pienamente rispettate. D’accordo, è un film sull’avidità, con il contrasto della bontà dell’amabile poliziotta, ma manca un vero sottotesto, un qualcosa che colpisca veramente da far riflettere.
Da un punto di vista puramente personale, non gli darei più di 7; ma è effettivamente un film di ottima fattura, che mantiene la propria freschezza ed imprevedibilità perfino se, come nel mio caso, già si conosce per larghi tratti la trama.
Ha una propria identità ben precisa, si distingue dal resto dei thriller; è un film da vedere, a prescindere dai miei gusti personali, non posso esimermi dal consigliarlo a chiunque.

Leggi tutto

Uno dei migliori… / 19 Febbraio 2016 in Fargo

Una regia impeccabile, attori davvero eccellenti e una storia degni di un poliziesco degli anni 70.
Rivista per l’ennesima volta, mi meraviglia il fatto che, a distanza di anni, possa ancora affascinare senza perdere la sua sobrietà.
Questi erano i bei film degli anni ’90….: Agorafobico, cupo, violento, per me tra i migliori dei fratelli Cohen.
7,5.

Una pietra di paragone dello humor nero. / 3 Gennaio 2016 in Fargo

Nel profondo centro degli Stati Uniti, quello più lontano possibile dal “sogno americano” e quello dove proverbialmente non succede mai niente, una truffa degenera in un massacro inimmaginabile ma gestito con il sangue freddo e il cinismo (comici) che sarebbero tipici invece delle metropoli più desensibilizzate. Una miniera d’oro per l’umorismo e la poetica dei fratelli Coen, che lo confezionano con consapevolezza e maestria estetica tanto alte che contribuiscono al contrasto con la miseria umana che raccontano, e l’effetto comico s’impenna ancor di più.
Ma tutto l’effetto sarebbe rovinosamente mancato se il cast di attori non fosse stato all’altezza di tale pantomima e di tanto impegno satirico. William H. Macy, Frances McDormand, Steve Buscemi, Peter Stormare (per tacere dei personaggi secondari: lampante esempio di grande recitazione in piccoli ruoli) sono artefici del risultato alla pari dei Coen e del direttore della fotografia Roger Deakins, e oggi sono tutti leggenda.

Leggi tutto

18 Febbraio 2015 in Fargo

Jerry Lundegaard ha bisogno di denaro e per poterne avere ingaggia due improbabili rapinatori.
Da un niente si scatena il dramma… Più di uno.
Ma la bellezza di questo film è la totale follia che dal niente esplode.
La goffaggine dei due malviventi, la totale mancanza di spina dorsale del protagonista… Per non parlare della poliziotta (bravissima Frances McDormand) che quasi risolve il caso senza molti sforzi…
Tutto accade con molta calma e tranquillità come lo stesso paesaggio mostra.
Una distesa di neve… Candida… Morbida… Rilassante…
Veramente forte…
Da vedere…
Ad maiora!

Leggi tutto