Recensione su Fantasia

/ 19408.2499 voti

Ave, oh Disney! / 5 Maggio 2013 in Fantasia

Otto cortometraggi distinti, uniti sotto un unico titolo, danno vita a Fantasia, il terzo classico Disney (dopo Biancaneve e Pinocchio), il più azzardato e sperimentale della famiglia.

Due ore di musica classica, scelta con un’accuratezza maniacale ed eseguita dall’Orchestra di Filadelfia sotto le direttive del maestro L. Stokowski, fa da sfondo e colonna portante a questa ambiziosa orgia di colori, suoni e immaginazione, intervallata saltuariamente da un breve commento tra un segmento e l’altro.

Due ore di pura magia fiabesca in cui musica ed animazioni dipingono quadri viventi, elogiando la fantasia più sfrenata, trasformata in un prodotto mentalmente-estetico, che rasenterebbe la perfezione se solo non fosse così tremendamente lungo.

Con quest’opera, il buon vecchio pioniere Disney cercò di rappresentare/interpretare i capolavori musicali selezionati, tramite il tratto aggraziato che da sempre contraddistingue le sue produzioni, trasportando lo spettatore in una dimensione di pura astrazione creativa. Un’emozione unica, senza precedenti.

Un lavoro immenso, con più di 1000 addetti ai lavori, costruito attorno al corto del L’apprendista stregone che vede come protagonista Topolino, alla quale W. Disney voleva restituire un po’ di celebrità, apparentemente fiacca in quel periodo.

Fantasia è indubbiamente un lavoro di altissima qualità a cui il mondo non era ancora pronto negli anni ’40, ma che sembra essere “troppo oltre” anche oggi.
Due ore ininterrotte di musica classica, nonostante l’epicità dei suoi brani e la sconcertante bellezza del disegno, dopo un po’ non si reggono.

Ed infatti con la sua uscita, la Walt Disney Productions rischiò il fallimento, data la pochezza degli incassi, in parte causati dalla Seconda Guerra Mondiale.
In ogni caso resta un’opera COLOSSALE!

5 commenti

  1. yorick / 5 Maggio 2013

    Sì, hai ragione, un film colossale, specie se hai visto l’edizione del ’60, dopo che, cioè, la Disney evirò la parte di Girasole, la schiava africana tutta contenta di essere tale e di eseguire gli ordini che le venivano impartiti (imbarazzante).

  2. Ilcinemasecondome / 5 Maggio 2013

    Probabilmente le voci che descrivono Walt Disney come un nazista, sono fondate [http://www.youtube.com/watch?v=S5NQN8hUv-Q]

  3. Ilcinemasecondome / 5 Maggio 2013

    AHAHAHAHAHHAHAHAH, oddio me l’ero dimenticata questa scena XD

    • yorick / 5 Maggio 2013

      Poi c’è anche quella dell’episodio “Viaggio nel multiuniverso”, stratosferica, ma sul Tubo ha una qualità pessima.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext