?>Recensione | Fahrenheit 451 | Senza titolo

Recensione su Fahrenheit 451

/ 19667.7242 voti

19 agosto 2014

Sceneggiatura, effetti e stile di recitazione sentono ovviamente il peso degli anni. Il regista per i miei gusti si sofferma talvolta un po’ troppo sul volto sudato e stravolto da chissa’ che incubi del protagonista, Ma è pur sempre Truffaut, ed è pur sempre in parte francese!
Ma il crescendo della storia e la forza comunicativa del protagonista e del capo dei pompieri, la doppia interpretazione dell’attrice co protagonista che alterna moglie vuota, senza sogni e aspettative, e ragazza piena di vita ed energia, trascinano sempre piu’ dentro la storia.
Storia che è spaventosamente moderna ed attuale per essere scritta nel 1953. Ed il televisore da muro assomiglia cosi’ tanto ai nostri LCD ultra piatti da far pensare che qualcuno dello staff del film abbia fatto un viaggio nel futuro prima di creare le scenografie!
La trama non è fedelissima al libro ma ne coglie in pieno atmosfera e messaggio.
Sicuramente consigliato.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext