Recensione su Gigolò per caso

/ 20135.7130 voti

Sottotono / 1 Luglio 2015 in Gigolò per caso

Fioravante (John Turturro), fioraio e tuttofare, viene convinto dall’amico Murray (Woody Allen), libraio che ha dovuto chiudere la sua libreria, a diventare gigolò con lui che gli farà da “pappone”.
Grazie a Fioravante, che non è bello ma che con le donne ci sa fare ed ha successo, l’attività procede a gonfie vele. Almeno finchè il gigolo non incontrerà Avigail (Vanessa Paradis), vedova di un rabbino, che complicherà le cose.
Avevo visto il trailer prima dell’uscita al cinema e mi sembrava potesse essere carino e divertente; la presenza di Woody Allen solo come attore era un altro possibile punto a favore del film (mia opinione personale, Woody Allen non mi piace molto come regista).
Invece il film è parecchio deludente, lento (di una noia quasi mortale) e molto poco divertente rispetto alle mie aspettative.
Poche battute divertenti e ritmo molto lento; nel resto del cast da citare Sharon Stone (è la prima cliente di Fioravante), Sofia Vergara (l’amica di Sharon Stone, con cui si ipotizza un menage a trois) e Liev Schreiber (Ebreo della comunità di Avigail).

Lascia un commento

jfb_p_buttontext