Recensione su Volti

/ 19688.014 voti

Il gioco crudele dei sensi / 23 Gennaio 2014 in Volti

Qui a mio avviso Cassavetes non raggiunge quel grado di “intimità” con lo spettatore che aveva dato con Ombre, suo film d’esordio. C’è quel realismo visivo, quella pazzesca aderenza delle immagini alla realtà dove l’inquadratura sembra assumere con naturalezza la capacità visuale degli occhi. Con Cassavetes alla seggiola di regista, il posto d’onore per la Recitazione è garantito, gli attori sembrano lanciati a briglia sciolta; stupendo il quartetto base formato dai coniugi (un magnifico istrionico John Marley dal volto pietroso, ottima Lynn Carlin e le sue crisi isteriche di risa e pianto) e dai rispettivi amanti (la languida Gena Rowlands e il tontolone viveur Seymour Cassel). In questa pellicola viene spinta a mille la capacità di risata degli attori; è un esperimento davvero interessante, perchè a fronte di una reiterazione non indifferente degli scoppi di risa si può vedere quanto “tiene” in termini di efficacia una interpretazione. Sotto questo aspetto, la palma della veridicità spetta indubbiamente a John Marley.
Manca invece secondo me una sceneggiatura adeguata; i dialoghi sembrano tirati su “per far muovere la bocca” agli attori. Cioè, il contenuto dei dialoghi risulta del tutto secondario, l’effetto è un po’ quello di assistere a magnifici provini dove non conta quello che dici ma come lo dici.
Un aspetto interessante di questo film è che il gioco dei sensi tra i protagonisti viene crudelmente frustrato; ogni aspetto erotico viene puntualmente raffreddato dal regista. Quando infatti aspettiamo, eccitati come i protagonisti, l’uscita dallo spogliatoio della prostituta Rowlands (che è entrata a mettersi sibillinamente “qualcosa di comodo”) ci ritroveremo “delusi” nel vederla uscire in ordinari pantaloni e camicia. Quando chiederà all’amante di fare un bagno insieme questi rifiuterà opponendo ragioni ridicole. O ancora: quando i coniugi sono a letto l’approccio sessuale viene stroncato dalle risate su banali barzellette, quando gli amanti sembrano trovare il giusto feeling irrompe la depressione.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext