Recensione su In the Mood for Love

/ 20008.0247 voti

«Noi non saremo come loro» / 25 Gennaio 2021 in In the Mood for Love

Inauguro l’anno con la doppia visione di un classico moderno a cui non mi ero ancora mai dedicato in vent’anni, aspettando di essere in the mood for In the Mood for Love.

Ho dovuto guardarlo due volte perché la prima è stata la notte di capodanno e non ho capito quasi niente e potrei anche aver dormito a tratti. Nella seconda visione invece ho potuto cogliere da subito tutti i riferimenti necessari per rimontare questa storia d’amore anomala e ribelle e, in definitiva, impossibile.

Proprio in questa progressione e nel pieno controllo di essa sta il valore e il coraggio di questo racconto. «Noi non saremo come loro» è la battuta ricorrente che vale (anche) come manifesto contro un secolo di cinema romantico occidentale.

Metaforicamente e letteralmente monumentale il finale ambientato fra le rovine di Angkor in Cambogia. Un sigillo di irripetibilità che vale per i protagonisti come per il cinema stesso.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext