Recensione su Enemy

/ 20137.0137 voti

Film da WTF / 8 giugno 2017 in Enemy

Adam Bell (Jake Gyllenaal) è un professore universitario che conduce una vita piuttosto insulsa, preso solo a correggere compiti e a fare sesso con la sua compagna Mary (Melanie Laurent). Un giorno un collega gli consiglia un filmetto, lui lo guarda, e si rende conto che c’è una comparsa che sembra un suo sosia. Si mette ad indagare ed in poco tempo arriva a trovare il luogo del lavoro del sosia, che si chiama Anthony St. Claire. Viene subito scambiato per lui, sia di persona, che al telefono con la moglie. I due si incontreranno, e sarà sempre più assurda la situazione che si verrà a creare, con i due che sembrano essere in tutto e per tutto identici. Il finale, che si poneva in modo interessante già di suo, ha una conclusione che ho francamente trovato incomprensibile ma veramente d’effetto (poi aver letto la spiegazione ha aiutato). Che dire, non è bello come Sicario o elaborato come Arrival, ma anche qui il talento di Villeneuve si vede eccome, aiutato anche da un’ottima prestazione del cast, che comprende anche Isabella Rossellini. Speriamo non faccia male con Blade Runner 2049 a proposito. Ma tornando ad Enemy, il film è ben diretto e nella sua brevità sempre piuttosto coinvolgente anche se a tratti assurdo, tanto più che il finale sembra proprio il culmine, ma forse, fin troppo. Decisamente ad interpretazione quel che avviene, poco ma sicuro, di fatto estremamente “creepy” in quanto inatteso, vi avverto.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext