Emotivi anonimi

/ 20106.5170 voti
Emotivi anonimi

Jean-René Van Den Hugde è il proprietario di un piccolo laboratorio di cioccolato sull'orlo del fallimento, in cerca di un'addetta alle vendite in grado di risollevarne le sorti, e Angélique è una cioccolataia di gran talento che ha appena perso il lavoro. Ma la passione per il cioccolato non è l'unica cosa che li accomuna; entrambi infatti sono emotivi al massimo livello, incapaci di affrontare le situazioni più banali senza svenimenti e sudori freddi, e di conseguenza timidi e solitari, buffi ed impacciati: insomma, una coppia perfetta, se solo trovassero il coraggio di dichiararsi...
laschizzacervelli ha scritto questa trama

Titolo Originale: Les émotifs anonymes
Attori principali: Isabelle CarréIsabelle CarréBenoît PoelvoordeBenoît PoelvoordeLorella CravottaLorella CravottaLise LamétrieLise LamétrieSwann ArlaudSwann ArlaudPierre Niney, Jacques Boudet, Grégoire Ludig, Céline Duhamel, Philippe Fretun, Alice Pol, Philippe Gaulé, Joëlle Sechaud, Isabelle Gruault, Claude Aufaure, Philippe Laudenbach, Stéphan Wojtowicz, Marie-Christine Demarest, Christiane Millet, Pascal Ternisien, Jean-Yves Chatelais, Vincent Paillier, Nancy Tate, Éric Naggar, Noémie Landreau, Vijay Singh, Pierre Adenot, Christophe Tourrette, Anny Vogel, Philippe Briegh, Mostra tutti
Regia: Jean-Pierre AmérisJean-Pierre Améris
Sceneggiatura/Autore: Philippe Blasband, Jean-Pierre Améris
Colonna sonora: Pierre Adenot
Fotografia: Gérard Simon
Costumi: Nathalie du Roscoat, Sophie le Breton
Produttore: Philippe Godeau, Nathalie Gastaldo
Produzione: Belgio, Francia
Genere: Commedia
Durata: 80 minuti

Dove vedere in streaming Emotivi anonimi

Non ho problemi con le donne… mi terrorizano / 2 Maggio 2020 in Emotivi anonimi

Emotivi anonimi è una simpatica commedia tipica nello stile francese, molto originale, simpatica, stralunata e sognante. Era da molto tempo che desideravo vedere questo film, tanto che lo conservavo nella lista desideri con l’idea di acquistarlo a scatola chiusa su fiducia.
Sarà perché adoro le commedie romantiche francesi, sarà perché trovo gli attori insolitamente affascinanti nella loro insolenza di non rispettare i blasonati standard di bellezza del cinema, o perché anche io sono pure un emotivo anonimo, ma questo film l’ho trovato irresistibile, veramente grazioso, con uno stile particolare ed originale. Un film allegro che consiglio a coloro che amano i film fuori dall’ordinario e che vogliono passare 80 minuti in spensieratezza accompagnati da della buona cioccolata 😉🍫

Leggi tutto

Siamo timidi / 23 Agosto 2015 in Emotivi anonimi

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Ci sono da un lato Angelique, che frequenta un gruppo di emotivi anonimi dove ognuno racconta i fatti suoi. E Jean-René, che fa lo stesso con uno shrink che gli assegna compiti da svolgere. La prima viene assunta nella fabbrica di cioccolato in disgrazia (non il cioccolato, la fabbrica, è disgraziata) del secondo. Elle, è una maestra cioccolatiera del porco cribbio!, solo che non lo dice a nessuno perché è timida. Prevedibile svolgimento.
L’idolo delle sparute folle belghe, Benoit Poelvoorde, cioè Jean-René, che sta metamorfosandosi sempre più in Alvaro Vitali (che culo), e un’altra caratterista, che non so chi sia ma vraisemblablement in Francia è abbastanza nota, reggono tutto il film, a botte di primi piani con i loro sguardi intensamente spersi. Perché per entrambi la minaccia viene dall’interno, dalle paure e timidezze e idiosincrasie oltre il limite dell’asocialità che impediscono loro di sentirsi normali. Loro e le loro strategie per salvarsi, mentre solo potranno salvarsi l’un l’altro. E poi è un film così intrinsecamente belga, i belgi depressi e timidi e impacciati, come a dire il ritratto di una nazione che fa il cioccolato – potevano fare lo stesso film su una fabbrica di patatine fritte, ma ancora subiamo le conseguenze dei danni causati da Chocolat. Almeno quella era figa. Hélas, la sceneggiatura smaccatamente è farlocca, tutto il rapporto di lui con lo psicologo non ha un senso, con strizzate d’occhio al favolistico e/o magico ameliemarypoppinsesco.
Poi lo guardavo e ca**o, cercavo qualcosa di non prevedibile. E un modo per scrivere la frase precedente senza apparire insopportabilmente snob. Ma non l’ho trovato 🙁 Tipo: loro due per lavoro vanno in albergo. Hanno prenotato. Guarda caso, gli daranno una camera matrimoniale o due singole come avevano chiesto? Però: a me basta che ci sia tra i coproduttori la RTBF (leggasi er-te-be-ef) e son contento. Se non lo sai (e ne avresti ben donde), la RTBF è la RAI belga. Incontournable (la quale è una parola splendida).

Leggi tutto

14 Agosto 2014 in Emotivi anonimi

Nei film comici è normale che le debolezze umane – anche quelle più dolorose – diventino occasione di divertimento, quasi trasfigurandosi. In questo film non si verifica nessuna trasfigurazione: assistiamo alle disavventure di quelli che sembrano due deboli di mente, senza ridere MAI, neanche una volta. Nonostante le intenzioni, l’umorismo è assente, grazie al concorso straordinario di regia, sceneggiatura e interpreti.

Leggi tutto

7 Maggio 2013 in Emotivi anonimi

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Un film simpatico, terribilmente simpatico. Il finale che ricorda Charlot non ci sta male anche se credo non farà piacere a tutti.

28 Gennaio 2013 in Emotivi anonimi

Una commediola che è ben povera cosa. Il che è un peccato vista l’originalità, diciamo così, dei protagonisti, che per una volta non sono splendidi, sexy e brillanti, ma sudano letteralmente sette camicie prima di riuscire a rivolgere la parola a qualcuno, sono terrorizzati dal contatto umano e insomma devono fare i conti con una timidezza paralizzante. La mia simpatia per gli ‘emotivi anonimi’ è indiscussa, però tutto il resto non vale granché.
Poi che noia il solito pretesto del cioccolato a condire la storia d’amore.

Leggi tutto