Elizabeth

/ 19987.1257 voti
Elizabeth
Elizabeth

Ascesa al trono d'Inghilterra e primi anni di governo di Elisabetta Thudor, figlia di Enrico VIII e di Anna Bolena. Determinata e volitiva, Elisabetta dovrà imporsi ad una corte ostile e reprimere le tante cospirazioni in suo danno.
Anonimo ha scritto questa trama

Titolo Originale: Elizabeth
Attori principali: Cate BlanchettGeoffrey RushChristopher EcclestonJoseph FiennesJohn GielgudRichard Attenborough, Fanny Ardant, Eric Cantona, Vincent Cassel, Kathy Burke, Edward Hardwicke, Emily Mortimer, James Frain, Kelly Macdonald, Kenny Doughty, Daniel Craig, Alfie Allen, Jamie Foreman, Lily Allen
Regia: Shekhar Kapur
Sceneggiatura/Autore: Michael Hirst
Colonna sonora: David Hirschfelder
Fotografia: Remi Adefarasin
Costumi: Alexandra Byrne
Produttore: Tim Bevan, Eric Fellner, Alison Owen
Produzione: Usa
Genere: Drammatico, Storia
Durata: 124 minuti

Kolossal di rara eleganza / 19 Settembre 2019 in Elizabeth

Non scrivo recensioni (?) da mesi, sono piuttosto arrugginito ma volevo rendere un po’ di giustizia a un film che reputo un kolossal di rara eleganza. Cate Blanchett è divina fuor di dubbio, ma tutto il cast è una degna coorte ivi compreso il vituperato Fiennes il quale, pur avendo ahilui una faccia da fotoromanzo, riesce tuttavia a conferire drammaticità al suo personaggio. Ci sono intrighi di palazzo, amore e violenza, c’è una incredibile aura sacrale, lividamente virginale nella Regina al culmine della sua “trasformazione” in cui dimette del tutto il candore giovanile. Grandiosa colonna sonora di Hirschfelder a cui il nostro buon Piovani soffiò l’Oscar, per tacer della sontuosa fotografia dell’inglese Remi Aldefarasin.

Leggi tutto

La banalità suprema / 14 Febbraio 2012 in Elizabeth

Tralasciamo le inesattezze storiche, in queste pellicole abbondano.
Credo che Joseph Fiennes abbia la straordinaria capacità di ridicolizzare con la sua aria inespressiva ogni sorta di film, e nemmeno la presenza di Cate Blanchett ha potuto risanare questo orrore.
Quindi, soppesando l’inconsistenza della trama (il mio libro di letteratura inglese è più avvincente), la banalità dei personaggi e la scelta degli attori, 5direi che è un voto regalato.

Leggi tutto
inserisci nuova citazione

Non ci sono citazioni.