Recensione su Edward mani di forbice

/ 19908.01435 voti

“Edward non è cattivo, è solo sbagliato. “ / 12 Aprile 2016 in Edward mani di forbice

Primo grande sussulto di Tim Barton nel mondo del cinema,attraverso un racconto fantastico nella cinepresa ma reale nei sentimenti e nelle costanti metafore che accompagnano il film.Edward è sinonimo di emarginazione da una società che troppe volte giudica l’apparenza senza mai soffermarsi sull’essere,Edward è sinonimo di solitudine di un ragazzo incompreso perché diverso dalla massa,non tanto nel fisico,quanto nell’animo,ingenuo e innocente,alla ricerca di un “bene” che non sa dove risiede.L’utilizzo di questo enorme contrasto visivo tra il mondo di Edward(il castello) e la città abitata è davvero un colpo da maestro ed un omaggio velato alla letteratura inglese(Stevenson e Shelley su tutti).Unica pecca a mio avviso il finale,poco coraggioso e troppo incentrato a raccogliere “qualche dollaro in più” al botteghino.Un film dove la recitazione lascia spazio alla riflessione che i personaggi e gli ambienti visivi suscitano e che desta in tutti più di un pensiero sulla società in cui ancora oggi viviamo.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext