Recensione su Edward mani di forbice

/ 19908.01429 voti

5 Agosto 2014

Si parte con una macchina di Rube Goldberg per continuare poi con una macchina diversa ma (forse) a volte comparabile, composta da occhi, capelli, pelle e mani di forbice. Così simile e così diversa dalle altre, così complessa per svolgere qualche cosa che in fondo dovrebbe essere semplice.
Burton all’ennesima potenza.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext