Recensione su Dunkirk

/ 20177.4370 voti

La Storia di Dunkirk da 3 punti di osservazione / 4 Settembre 2017 in Dunkirk

Altro grande film di Christopher Nolan che stavolta si dedica a un episodio storico della seconda guerra mondiale.
Siamo nel 1940, la Francia è invasa dai Nazisti e migliaia di soldati alleati sono arretrati fino alle spiagge di Dunkerque dove aspettano e sperano di essere evacuati.
Il film si svolge su tre linee narrative:
1- Il molo: qua il protagonista principale è Tommy (Fionn Whitehead), un soldato dell’esercito britannico, che cerca in tutti i modi di salvarsi. Prima sfuggendo al fuoco nemico per le strade di Dunkerque, poi cercando di imbarcarsi fingendosi un barelliere e portando a bordo della nave un ferito. Con la paura e il terrore negli occhi ma conservando comunque un pò di umanità, come quando difende un soldato francese dalle accuse dei compagni d’arme. Il bombardamento aereo dei tedeschi elimina man mano le speranze degli alleati, distruggendo le navi pronte per l’evacuazione.
2- Il mare: In questo “capitolo” troviamo una nave civile che come molti altri pescherecci viene requisita dalla Marina britannica per recuperare gli uomini a Dunkerque. Il signore Dawson (un ottimo Mark Rylance) però decide di condurre di persona la sua nave al salvataggio dei soldati; si reca quindi con il figlio Peter e un amico del figlio, George. Sul loro tragitto recupereranno un soldato impaurito (Cillian Murphy) che non vuole assolutamente tornare a Dunkerque e questo creerà motivi di tensione a bordo. In questo capitolo viene sottolineato lo spirito patriottico dei britannici; anche se non sono soldati, sono disposti a rischiare la propria vita per soccorrere degli sconosciuti (e forse salvare la guerra).
3- Il cielo: qui troviamo tre piloti di Spitfire (l’aereo britannico) che si recano verso Dunkerque per fornire supporto aereo alle truppe e cercare di eliminare i bombardieri che minacciano l’evacuazione. In particolare il protagonisa è il pilota Farrier (Tom Hardy) che presto si ritroverà da solo e a corto di carburante a difendere il cielo dai nemici.
I tre episodi si intrecciano tra loro, anche se hanno una durata di tempo differente (una settimana il molo, un giorno il mare e un’ora il cielo), mantenendo alta la tensione e il ritmo.
Nel resto del cast da citare Harry Stiles , il cantante degli One Direction alla prima prova da attore, Kenneth Branagh è il comandante Bolton e James D’Arcy nei panni del colonnello Winnant.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext