?>Recensione | Drive | Senza titolo

Recensione su Drive

/ 20117.5617 voti

20 settembre 2011

E’ decisamente Nicolas Winding Refn, con i suoi silenzi, i dialoghi ridotti all’essenziale e la colonna sonora che si sposa perfettamente ad ogni scena.
Secondo me è più simile a “Valhalla Rising” che a “Bronson”, motivo per cui l’ho apprezzato anche di più.
Bravo Ryan Goosling nel ruolo dello stunt e autista silenzioso e metodico, un personaggio intransigente, duro e preciso, ma fondamentalmente buono.
Ottima prima prova americana di un regista che non abbandona il suo personalissimo stile per vendersi ad Hollywood. Maggiormente apprezzabile il fatto che, nel non fare ciò, abbia deciso di cimentarsi con un genere (l’action) che nasce proprio in America.
Ne risulta un film personalissimo, difficilmente inquadrabile in un genere fisso, intenso e coinvolgente anche negli accessi di violenza, che però non è mai splatter, ma sempre funzionale al tema della vendetta di cui è intrisa tutta la seconda parte del film.
Altro che Fast & Furious!

Lascia un commento

jfb_p_buttontext