Recensione su Drive

/ 20117.5634 voti

Refn e il nuovo sodalizio / 10 aprile 2014 in Drive

Refn confeziona nel 2011 la sua decima pellicola, creando un prodotto appassionante, che miscela sapientemente estetica ed azione.
Dopo la parentesi di Valhilla Rising, Refn abbandona i paesaggi naturali della Scozia per tornare alla sua zona prediletta, ovvero l’ambientazione urbana (per la precisione, la vicenda si svolge interamente a Los Angeles). Il precedente sodalizio con Mads Mikkelsen si chiude per dare inizio ad un nuovo, originale rapporto con l’attore Ryan Gosling. Rispetto al collega che lo ha preceduto, l’attore canadese non fa mancare una caratteristica evidentemente cara a Refn: quella sorta di capacità espressiva limitata ai gesti ed agli sguardi, povera di parole. Il character dell’attore canadese è una personalità taciturna che conduce una complicata doppia vita (stuntman di giorno, autista criminale su commissione di notte), ma anche una doppia personalità. Il ragazzo senza nome è sostanzialmente mite, freddo, indifferente a ciò che gli succede attorno. Ma, col passare del tempo egli si rivelerà molto più emotivo di quello che sembrava. Gli scatti d’ira poderosi sono il pretesto perfetto per Refn inserire svariate esplosioni di violenza, altro marchio di fabbrica del regista.
Menzione doverosa: la colonna sonora.
https://www.youtube.com/watch?v=v2tygV0zDmQ

4 commenti

  1. Stefania / 10 aprile 2014

    Le musiche di questo film, oh!

  2. Francesco / 10 aprile 2014

    Si sposano benissimo con l’atmosfera della pellicola 🙂

  3. whistle / 10 aprile 2014

    Film così belli ce ne sono pochi, colonna sonora mitica!

  4. PierUnattimo / 30 dicembre 2014

    Appena visto! Che goduria…Film meraviglioso, musiche perfette.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext