2008

Il dubbio

/ 20087.1285 voti
Il dubbio
Il dubbio

Anni '60. In una scuola cattolica annessa a una parrocchia, e gestita da preti e suore, si scontrano pesantemente due modelli educativi diametralmente opposti: uno - quello di Padre Flynn - ispirato alla compassione e alla gioia di vivere, l'altro - quello di Suor Aloysius - legato a schemi del passato, in cui al primo posto ci sono rigore e disciplina. La presenza di un solo ragazzino nero fra gli alunni sarà l'occasione perché lo scontro si inasprisca, assumendo i colori del dramma. Il film è un adattamento dell'opera teatrale omonima di J.P. Shanley, il quale, con essa, nel 2005 ha vinto il Premio Pulitzer.
wigelinda ha scritto questa trama

Titolo Originale: Doubt
Attori principali: Meryl StreepPhilip Seymour HoffmanAmy AdamsViola DavisAlice DrummondAudrie Neenan, Susan Blommaert, Carrie Preston, John Costelloe, Lloyd Clay Brown, Joseph Foster, Mike Roukis, Frank Shanley, Frank Dolce, Paulie Litt, Matthew Marvin, Bridget Megan Clark, Molly Chiffer, Lydia Jordan, Suzanne Hevner, Helen Stenborg, Tom Toner, Michael Puzzo, Margery Beddow, Jack O'Connell, Marylouise Burke, Alannah Iacovano, Valda Setterfield, Gerard Adimando, George Aloi, James P. Anderson, Jackie Brown, Jonathan Castillo, Jennifer Lauren DiBella, Seth Donavan, Brian Hopson, Evan Lewis, Bernadette Lords, Jenny Paul, Robert Shulman, Felicia Tassone, Steph Van Vlack
Regia: John Patrick Shanley
Sceneggiatura/Autore: John Patrick Shanley
Colonna sonora: Howard Shore
Fotografia: Roger Deakins
Costumi: Ann Roth, David Davenport
Produttore: Scott Rudin, Celia D. Costas, Mark Roybal
Produzione: Usa
Genere: Drammatico, Thriller
Durata: 104 minuti

Due grandi attori / 2 Dicembre 2015 in Il dubbio

è quantomai chiaro che questo film si basa sulla straordinaria bravura dei due protagonisti principali, ma anche la sorella più giovane fa la sua parte molto bene. Un film appunto sul dubbio, il dubbio pervade l’intera pellicola dal’inizio alla fine, ci facciamo delle idee sulla vicenda, esprimiamo delle opinioni in merito, pensiamo “ma io avrei fatto la stessa cosa?” tutto ciò è secondo me proprio quello che il regista voleva,renderci partecipe di questo famoso dubbio…e c’è riuscito;)

Leggi tutto

14 Agosto 2014 in Il dubbio

Magnifici Hoffman, Streep e Adams. Le loro interpretazioni sono la colonna portante di questo film. Film che affronta con dialoghi eccezionali argomenti cupi e duri creando suspense e curiosità fino a qualche attimo prima della fine; perché la fine fa sorgere un grande dubbio: ma è davvero finito o mi state prendendo in giro?

16 Novembre 2013 in Il dubbio

alla fine rimane il dubbio di aver visto una cazz**e pazzesca

” Io vivo nel dubbio” / 7 Settembre 2013 in Il dubbio

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

ho visto questo film tempo fa, ma avendo rivisto di recente un pezzo ho voluto recensirlo per consigliarlo a tutti. Prima di tutto anche se è del 2008 risulta più attuale che mai, visto le tematiche a sfondo religioso/ pedofiliaco. Secondo luogo due grandissimi attori che amo immensamente: Meryl Streep e Philip Seymour Hoffman che secondo me sono davvero la colonna portante di questo film, quasi maggiormente della storia. Tutta la trama nasce cresce e si sviluppa proprio sul dubbio. Il prete ha commesso o non ha commesso molestia sul bambino. E fino alla fine si rimane con il dubbio, non si saprà mai la verità più profonda e gli attori sono immensi nel far credere allo spettatore ognuno le sue ragioni. Voto 10/10 e consiglio di vederlo e di acquistare il dvd per la propria videoteca personale.

Leggi tutto

17 Aprile 2013 in Il dubbio

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Film dall’atmosfera grave e cupa,rigido e senza fronzoli,spietatamente sincero. Si gioca tutto sui dialoghi,ma sono anche le cose non dette a far rivelare i personaggi:chi meglio,dunque,di Meryl Streep e Philip Seymour Hoffman per quest’arduo compito?Bravissime anche Amy Adams e Viola Davis,per la quale avrei preferito una parte più lunga all’interno del film. Il tema è delicatissimo,quello della pedofilia,ma ne entrano in gioco anche altri,come il razzismo,come lo scontro tra un -a quanto pare- inevitabile progressismo e il conservatorismo di Sorella Aloysius come modo di pensare per affrontare la vita ed i suoi problemi. I finali “appesi” li odio a prescindere,ma in questo caso l’ho trovato quasi insopportabile,come se non ci potesse essere una fine al Dubbio, un po’ deprimente,come Voyager,che dedica un’intera puntata a Big Foot e alla fine ti dice che tanto probabilmente nemmeno esiste..è una tortura!

Comunque Hoffman ci sta proprio nella parte del viscido pervertito,mi ha sempre dato quest’impressione,come ne “Il Talento di Mr Ripley” e “I Love Radio Rock”

Leggi tutto