Don't Look Up

/ 20216.9203 voti
Don't Look Up

Una coppia di astronomi cerca di avvertire la popolazione della Terra che un meteorite gigante distruggerà il pianeta da lì a sei mesi.
Stefania ha scritto questa trama

Titolo Originale: Don't Look Up
Attori principali: Jennifer LawrenceJennifer LawrenceLeonardo DiCaprioLeonardo DiCaprioMeryl StreepMeryl StreepRob MorganRob MorganJonah HillJonah HillCate Blanchett, Mark Rylance, Tyler Perry, Timothée Chalamet, Ron Perlman, Ariana Grande, Kid Cudi, Himesh Patel, Melanie Lynskey, Michael Chiklis, Tomer Sisley, Paul Guilfoyle, Robert Joy, Jack Alberts, Ting Lik, Lance A. Williams, Shimali de Silva, Hettienne Park, Rafael Silva, Lonnie Farmer, Homa Sarabi Daunis, Barbara Douglass, Rena Maliszewski, Erik Parillo, Robert Hurst Radochia, Conor Sweeney, Ross Partridge, Richard Donelly, Liev Schreiber, Samsara Yett, Meara Mahoney-Gross, Jaden Onwuakor, Staci Roberts Steele, Wendy Bellevue, Mishka Yarovoy, Chris Everett, Annette Miller, Stephen Thorne, Aimee Doherty, Natalie Rebenkoff, Gary Tanguay, Georgia Lyman, Patricia DeHaney, Ben Sidell, Therese Plaehn, Omar Ghonim, Jody O'Neil, Meghan Leathers, Ashleigh Banfield, Sarah Silverman, Richard Snee, Darryl Wooten, Danielle Waxman, Jeffrey Smith, Jon Glaser, Dorothy Dwyer, Odis Spencer Jr., Chris Evans, André Silva, Lewis D. Wheeler, Mostra tutti

Regia: Adam McKayAdam McKay
Sceneggiatura/Autore: Adam McKay
Colonna sonora: Nicholas Britell
Fotografia: Linus Sandgren
Costumi: Susan Matheson
Produttore: Scott Stuber, Jeff G. Waxman, Adam McKay, Kevin J. Messick
Produzione: Usa
Genere: Commedia, Disaster
Durata: 143 minuti

Dove vedere in streaming Don't Look Up

Buona Apocalisse a tutti / 9 Gennaio 2022 in Don't Look Up

Dal punto di vista del racconto, il nuovo film di Adam McKay avrà anche i suoi difetti (in primis, la puerile divisione manichea tra “illuminati dal basso” e “dementi al potere”), però -a parer mio- ha il merito di aver messo in scena in chiave grottesca diverse miserie dell’umanità contemporanea come – mi pare- nessuno aveva ancora provato a fare, perlomeno non in tempi recenti.
Il film di McKay non è Il dottor Stranamore dei giorni nostri, però, penso che Don’t Look Up sia una buona pozza in cui specchiarsi senza riuscire a evitare una smorfia.

Il soggetto del film, dichiarato esplicitamente (https://www.nientepopcorn.it/notizie/curiosita/film-netflix-dont-look-up-spiegazione-dicaprio-cambiamenti-climatici-sito-count-on-us-118490/), è il rischio rappresentato dall’effetto dei cambiamenti climatici sull’umanità e l’incapacità (calcolata o meno) di valutarne la terribile portata e di ragionare in prospettiva.
Però, io ho diretto la mia attenzione soprattutto sulla non troppo secondaria critica del film al mondo della comunicazione (istituzionale, giornalistica, di intrattenimento). Quella di McKay sarà una critica “basilare”, senza guizzi epifanici, ma, in tempi reiterati di COVID-19, il contesto mediale descritto nel film s’attaglia bene con quello dei giorni nostri e mi ha assicurato diversi ghigni a denti stretti di cui il mio gnatologo non sarà molto contento.

P.s.: ancora una volta, sono rimasta fregata dal trailer. Perché, nel film, non c’è il brano Don’t bring me down della Electric Light Orchestra? Eh? Eh?!? EH?!?

Leggi tutto

Voto 8 / 2 Gennaio 2022 in Don't Look Up

Un film dove c’è tutto!
Il 2022 comincia bene!!!

Flop o cult?! / 28 Dicembre 2021 in Don't Look Up

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Sicuramente la mia recensione CONTIENE QUALCHE SPOILER!!!
—————
Da un lato credo che il regista abbia dato un tocco geniale e artistico allo stereotipo disastre movie (ricorda un po’ Deep Impact su qualche aspetto…), volutamente satirico da far schifo e puntando il dito sulla superficialitá e l’opportunismo delle persone, cosa attualissima.
Dall’altro l’ho trovato a tratti troppo pomposo, ma anche lento e noioso su alcune scene.
Bravi Di Caprio e la Lawrence, così come un’odiosa Streep, perfetta per il ruolo. Ma nell’insieme questo grande cast non spicca più del dovuto.
Molto interessante il messaggio che vuole mandare, come dicevo prima, sull’opportunismo, la superficialità, che portano l’esaltazione del clichè senza che ce ne accorgiamo: tipo l’app del cellulare, o il timer della dieta, o quel fastidioso Hill (come ruolo intendo!) che appena uscito dalle macerie si filma preoccupandosi dei like…
Insomma… siamo proprio noi!
E questo film forse vuole dirci, tra le tante cose, di apprezzare di più il presente perché tutto si perde in un secondo. Non a caso, le ultime parole di Di Caprio sono proprio quelle: “avevamo tutto…”.
Perché si parla tanto di questo finale che ha spiazzato la maggior parte del pubblico?! È un finale adatto, quello che forse meritiamo? (altro messaggio….).
Che altro finale vi aspettavate? Che come in “Armageddon” qualcuno sacrificava la propria vita per il popolo intero? E quella vita, DAVVERO sarebbe valsa tutta quella schifosa popolazione??
Nooooo….
Molto divertenti le scene post credit!
Ora che sto scrivendo questa recensione mi accorgo di averlo apprezzato più di quello che credevo!
7/10.

Leggi tutto

Cos’è un Brontrock??? / 28 Dicembre 2021 in Don't Look Up

Una cometa sta per schiantarsi sulla terra e l’umanità cosa fa?
Ci scherza, ci lucra, ci canta pure.
Quanto può essere reale questo film? Ho paura di dare una risposta.
Fantastico, divertente, inquietante e con un finale perfetto.
Merly Streep strepitosa!
Jonah Hill perfetto!
Nel nostro quotidiano (purtroppo anche molto attuale) quanti c’invitano a DON’T LOOK UP!!!
Da vedere!
Ad maiora!
#filmaximo

Leggi tutto

Obiettivo centrato / 28 Dicembre 2021 in Don't Look Up

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Ho come la sensazione , leggendo le recensioni, che il film non sia stato minimamente…capito.
È volutamente esagerato. È volutamente portato all’eccesso. È volutamente caricaturale. Non c’è niente di grottesco e ridicolo , quando si parte con questa idea. Non discuto i gusti, ma l’intento oggettivo del film (tutti , non solo questo) bisogna coglierlo.
Il film non è mai noioso , è una continua critica al momento storico che stiamo tutti vivendo , dove molti sub-dotati so nn o talmente ottenebrati e assoggiogati dalle loro assurde convinzioni, che vengono quasi a negare l’evidenza. Non mancano poi le stoccate al Zuckerberg/Jobs di turno, con la sua invasione “legalizzata” alla nostra privacy o alla parte smaccatamente repubblicana, dove una vivace Meryl Streep fa chiaramente il verso a Trump , sempre devoto al Dio Denaro anche quando potrebbe costare il nostro pianeta (qualcuno ha detto “surriscaldamento climatico”?)
Se proprio devo fare una critica , Johan Hill è sempre bravissimo ma anche sempre uguale : il suo ruolo è identico a quello del Lupo di Wolf Street e un altro film dove lui è un trafficante d’armi.

Leggi tutto