Recensione su Man in the Dark

/ 20166.4109 voti

Gran bella sorpresa! / 29 aprile 2017 in Man in the Dark

Non sono un grande fan degli horror, ma il nome di Sam Raimi tra i produttori mi ha senz’altro incuriosito, e ne è valsa eccome la pena! Questo film in realtà più che horror lo considererei un thriller, ma ha decisamente delle tematiche abbastanza spaventose e macabre. Trama semplice, tre ragazzi, due maschi ed una femmina, vivono rubando negli appartamenti. Quando scoprono una casa isolata, dove vive un ex-marine, peraltro cieco, il lavoro sembra facile facile, e invece si ritrovano catapultati in un vero e proprio incubo di violenza, suspense e una storia appunto macabra ma anche triste che si svelerà. Il regista Alvarez è riuscito a condurre un film che pur partendo da un tema visto e rivisto, è capace di incollare lo spettatore allo schermo: con una tensione al massimo sempre, si ottengono ottimi risultati come questo film. Cast francamente, almeno su due piedi, composto da sconosciuti, Stephen Lang a parte, proprio nel ruolo del misterioso e pericoloso cieco, che però si calano bene nella parte. Consigliato ampiamente.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext