Recensione su Don Jon

/ 20135.7263 voti

8 Dicembre 2013

L’esordio alla regia di Gordon-Levitt non è così deludente, tutto sommato.
Il mio primo pensiero su questo film è stato: wow, questa è la versione americana e tamarra, per nulla artistica, di Shame.
Innanzitutto mea culpa per averlo paragonato a Shame, perché a conti fatti, non hanno nulla a che spartire i due film – ma sì sa, il sesso è sempre la scelta migliore se vuoi fare degli ottimi incassi.
Insomma, in Shame non vi è nessun lieto fine e nessuna soluzione. Don Jon parte bene e, francamente, finisce in modo molto squallido – dico, i lieto fine confetti e cuoricini andrebbero lasciati ad altro genere di pellicola.
Ho di nuovo paragonato i due film, ma sì, ripeto: non sono paragonabili.
E niente, è un film che si lascia guardare. Personalmente non andrei mai a vederlo al cinema, mi creerebbe imbarazzo, e non per le immagini in sé, più che altro per i commenti dei ragazzini infoiati che popolano le sale cinematografiche di questi tempi.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext