Recensione su Dobbiamo parlare

/ 20156.330 voti

Tutti contro tutti / 9 Dicembre 2015 in Dobbiamo parlare

Vanni , uno scrittore in crisi di ispirazione e la sua compagna Linda che lo aiuta nel suo lavoro (coltivando tuttavia ambizioni proprie) , formano una coppia affiatata che vive da nove anni in un bellissimo attico in pieno centro a Roma .
Ma capita che una sera , proprio mentre si accingono ad uscire per un’occasione mondana , ricevano l’inaspettata visita di una comune amica che annuncia di aver scoperto prove inconfutabili del tradimento del proprio marito.
L’idea dei due di riunire la coppia per un chiarimento ed un tentativo di riappacificazione si trasforma in una notte dove i nervi di ognuno finiscono per saltare facendo uscire allo scoperto rancori e frustrazioni covati da tempo in un “tutti contro tutti” che si protrarrà sino al mattino e che obbligherà qualcuno a rivedere la propria vita .
Un “Carnage” in versione capitolina che non manca di sciorinare sfruttati stereotipi fra la coppia “radical chic” di sinistra di Vanni e Linda e l’altra , sempre ricca e menefreghista di destra , di Alfredo e Costanza , che si fa apprezzare soprattutto per alcuni dialoghi e per la bravura dei protagonisti tutti piuttosto convincenti nei rispettivi ruoli , fra i quali mi è piaciuto soprattutto il “Professore” reso da Fabrizio Bentivoglio , ma anche la “Lindina” interpretato dalla sempre bravissima Isabella Ragonese .
Un film lontano dall’essere un capolavoro , ma che resta comunque godibile .

Lascia un commento

jfb_p_buttontext