Recensione su Django Unchained

/ 20128.11207 voti

Intrattenimento puro! / 30 Gennaio 2013 in Django Unchained

Ho posticipato a lungo questa recensione e ora la scrivo, al posto di finire la stanza, ah che furbo. Il film di Tarantino che sta facendo parlare tanto ( perché poi io continuo a non capirlo) con Jamie Foxx, Christoph Waltz e Leonardo DiCaprio. Prima di tutto la storia l’ho trovata davvero ben costruita, la sceneggiatura di per se non ha niente di innovativo ma è tenuta benissimo in piedi da una storia interessante ( a tutti piacciono i film sulla vendetta c’mon man) e gli attori sono davvero una manna dal cielo: uno più bravo dell’altro. Io ho adorato Christoph Waltz per esempio, Golden Globe e canditatura agli oscar meritatissimi. Il suo personaggio è divertente, sfacciato e dolce allo stesso tempo. Jamie Foxx in questo film mi convince ad ogni passo che il suo personaggio compie, ti trovi a immedesimarti secondo me ad un certo punto, nella sua figura senza nemmeno accorgertene. Leonardo DiCaprio invece ha dato prova di enorme maturità, un cattivo che fa il cattivo, davvero esemplare. Mi ha incuriosito la figura di Stephen invece ( interpretato da Samuel L. Jackson) non ho ben capito questo personaggio, ammetto che da subito antipatia a pelle, però mi sono applicato e non ho capito bene ( errore mio lo ammetto) se mi sia piaciuta la sua interpretazione e il suo personaggio o meno. Lo riguarderò per capire meglio. Trovo che il tutto sia legato bene anche dalla mano di Tarantino ( io ammetto di essere uno di quei fan urlanti pronto agli schizzi di sangue ad ogni uscita di uno film) e naturalmente non stiamo parlando di qualcosa di profondo: stiamo parlando cinema ragazzi! Puro spettacolo in questo caso davvero godibile. Indimenticabile tra l’altro la stupenda e esilarante scena dei razzisti a cavallo che con i cappucci del Klu Klux Klan cuciti male. Non smettevo di ridere. Geniale.

Insomma stiamo parlando di un film di Tarantino è chiaro aspettarsi certe cose, non è struggente ne magistrale ( anche se il messaggio di base è molto potente e l’america non si dovrebbe dimenticare che avrà sempre le mani macchiate di sangue per colpa di questo massacro razzista) ma è davvero coinvolgente e ti intrattiene, cosa che ultimamente avevo bisogno di vedere in un film. Ultima nota importante: la musica. Io non so come sia venuto in mente a Tarantino di mettere la canzone di Morricone feat Elisa in questo film ma ha davvero stonato a parer mio. Non mi è piaciuta affatto e nemmeno altre scelte del tutto discutibili mi sono piaciute. Corbucci secondo me sarebbe stato in grado di apprezzare questo omaggio di Tarantino, che ha saputo davvero fare un bel film, intenso ricco e spettacolare ( dal punto di vista visivo immensamente). Voto 8/10 per la presenza di Christoph Waltz e il piccolo cameo di Franco Nero ( il Django di Corbucci) e assolutamente andatelo a vedere al cinema.

2 commenti

  1. Rizz / 30 Gennaio 2013

    morgan, concordo con molto di ciò che hai detto ma secondo me del personaggio di Jamie Foxx non è così facile dire che convince e che ci si possa immedesimare. Non trovi un po’ sconveniente il fatto che Tarantino abbia fatto di Django questo vendicatore ammazza-tutti senza motivare bene il suo cambiamento da umile schiavo? Forse anche il protagonista risulta non meno discutibile dello strano Stephen …

  2. Deborohlaroccia / 30 Gennaio 2013

    Be noi a parte qualche flashback dove si vede chiaramente che Django viene torturato sappiamo ben poco del carattere di Django e della sua vita, io ho dedotto ( forse erroneamente? non saprei) che l’amore per sua moglie e la sofferenza dell’essere schiavo dalla nascita per il colore della sua pelle abbiano scatenato l’ira del personaggio. Alla fine per difendersi e salvare Brumilda è quasi costretto a diventare il vendicatore ammazza-tutti.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext