Recensione su Detroit

/ 20177.340 voti

Maledetto motel / 3 Gennaio 2019 in Detroit

Buon film diretto da Kathryn Bigelow.
Siamo nel 1967, a Detroit il clima è teso con i conflitti crescenti tra bianchi e afroamericani; la miccia che aumenta la tensione è una retata della polizia in un club dove si vendevano alcolici (club gestito da gente di colore).
Prima parte che serve per presentare il clima di tensione che c’è in città; inoltre dopo una panoramica generale, ci si sofferma su alcuni protagonisti. Troviamo il poliziotto bianco Krauss (Will Poulter visto nella saga di Maze Runner), razzista che per sedare la rivolta non esita a sparare alle spalle a un ragazzo nero disarmato dopo un furto; c’è Larry (Algee Smith), un ragazzo afroamericano, che col suo gruppo hanno un’esibizione in un teatro che purtroppo salta per i disordini scoppiati in città.
Il clou del film si svolge in un motel dove i fatti prenderanno una piega drammatica; testimone dei fatti, troviamo anche Melvin (John Boyega, il Finn della nuova saga di Guerre Stellari), un afroamericano che lavora come sorvegliante in un negozio vicino al motel.
Film intenso e teso, soprattutto nella parte del motel dove il disgusto per la prepotenza dei poliziotti bianchi aumenta. Non pensate che sia un film che narra solo una vicenda del passato perchè gli episodi di razzismo da parte dei poliziotti bianchi sono stati anche recentemente.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext