Detachment - Il distacco

/ 20117.8292 voti
Detachment - Il distacco

Un giovane supplente si trova impiegato in una scuola fortemente disagiata, frequentata da giovani maleducati e violenti.
Stefania ha scritto questa trama

Titolo Originale: Detachment
Attori principali: Adrien BrodyMarcia Gay HardenJames CaanChristina HendricksLucy LiuBlythe Danner, Tim Blake Nelson, William Petersen, Bryan Cranston, Sami Gayle, Celia Au, Isiah Whitlock Jr., Patricia Rae, Ronen Rubinstein, Louis Zorich, Betty Kaye
Regia: Tony Kaye
Sceneggiatura/Autore: Carl Lund
Colonna sonora: Andrew Grush, Taylor Stewart
Fotografia: Tony Kaye
Costumi: Wendy Schecter
Produttore: Bingo Gubelmann, Benji Kohn, Carl Lund, Chris Papavasiliou, Greg Shapiro, Austin Stark
Produzione: Usa
Genere: Drammatico
Durata: 98 minuti

Una poesia dai versi cinici e forti, che ammalia per la sua sfrontata e disillusa bellezza. / 6 Gennaio 2017 in Detachment - Il distacco

Film di Tony Kaye che offre lo scorcio di un sistema scolastico alla deriva. I suoi limiti, le sue fenditure.
Una diapositiva attenta a narrare con occhio arguto e nubiloso, inciso sul volto e sull’anima del protagonista, un nubifragio di emozioni, e il loro lento ed inesorabile distacco dal mondo. Un distacco costruito sull’emarginazione, e sul dolore.
Una poesia dai versi cinici e forti, che ammalia per la sua sfrontata e disillusa bellezza, celata nei piccoli gesti e nelle misurate parole.
La pellicola non indugia sullo spasimo; parte come una sorta di documentario, lasciando allo spettatore e al primo piano della camera, il compito di leggere fra le rughe del compianto e della commiserazione, che però genera speranza, redenzione, e non solo una folle discesa nel vuoto.
L’intero spettro di colori, nella fotografia, cede il passo ad un bianco e nero dilatato, allargato all’interno di un contesto mai depauperato del suo innato valore, incarnato più negli animi e negli ideali dei formatori, che nei sistemi di un’istituzione.
Adrien Brody, come il resto del cast, è impeccabile. La sua interpretazione ( a mio avviso, la migliore insieme a quella de‘’ Il Pianista’’ ) è la cosiddetta ciliegina sulla torta. Il valore aggiunto della pellicola.

Leggi tutto

Detachment-il distacco,quello degli occhi dal televisore / 11 Agosto 2015 in Detachment - Il distacco

Un film povero secondo me, molto limitato in confronto alle sue potenzialità: all’interno di un film che è ambientato in un contesto scolastico poteva essere meglio articolato e non pieno di quegli stereotipi visti e rivisti, che anche se muovono il film più in prossimità del reale, facendo in modo che questo sia in stretta correlazione a quelli che sono i problemi della scuola moderna, lo rendono privo al mio parere di un’identità, motivo per il quale lo ritengo un film mediocre, che non è riuscito a trasmettermi nessuna incredibile emozione, quasi come se Tony Kaye si fosse “distaccato” dalla sua persona, dov’è finito il genio dietro “lake of fire”?

Leggi tutto

16 Giugno 2015 in Detachment - Il distacco

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Va beh, Adrien Brody ha già di suo la faccia di uno che sembra si tagli le vene, poi lo mettono a fare certi ruoli, chiaro che gli cadono a pennello! Interpretazione molto buona da parte sua, la trama è davvero molto dura e deprimente. Regia che non mi ha entusiasmato molto, scena finale nella quale appare il corridoio distrutto, come se fosse appena passato un uragano, non calza molto. Le citazioni, sono molto interessanti. Mi sarei aspettato di meglio, sopratutto, quando annuncia la partenza verso la classe, avrei preferito sviluppassero molto di questo versante, visto che il docente era molto apprezzato.

Leggi tutto

21 Marzo 2015 in Detachment - Il distacco

Questo film strappa il cuore a morsi.
Lo spaccato di una società, la realtà nuda e cruda. La voglia instancabile di un professore di migliorare il quotidiano degli adolescenti della sua classe. L’incomprensione e la superficialità degli adulti. L’assente interesse nel conoscere profondmente l’altro, senza forzare nulla. L’ostentazione di una comprensione che non c’é. La forza e il carattere di adolescenti che vengono stroncati da genitori che avrebbero bisogno di consultare un manuale…
É una società che spaventa fortemente.
É la seconda volta che mi capita di vederlo. Ad ogni visione mi convince sempre di più della sua bellezza.

Leggi tutto

4 Luglio 2013 in Detachment - Il distacco

Gran bel film, drammatico, crudo, un realistico pessimismo che fa male. Il film riporta in modo crudele una realtà e società che non riesce attraverso la scuola a “educare” e tanto meno istruire gli studenti, Il distacco a volte non è così scontato e semplice se si è degli esseri umani.